5 novembre 2015

Luminary 3D Xmas Edition

Quanto manca a Natale...?
Non ho contato i giorni ma direi non moltissimo.

Io ho dato l'inizio ufficiale con la mia fantastica Luminary-3D che ho vestito a festa.

Già avevo avuto l'occasione di presentarvela ad Halloween, ma direi che si esprime molto bene anche in versione natalizia.


Siccome mi sono state chieste informazioni sul montaggio del fustellato in questo post vi mostro qualche passaggio. Non è propriamente un tutorial dato che le istruzioni sono sulla scatola della fustella stessa, ma forse di primo acchito assemblarla può lasciare un pochino perplessi.
In ogni caso basta prenderci un po' di mano per avere dei bei risultati.

Vi mostrerò anche alcune cantonate perché, come si suol dire "Per aspera sic itur ad astra", io di belle stupidate ne faccio eccome!

Prima di tutto si tagliano i pezzi (quattro pareti, due mezzi tetti, il fondo è un pezzo singolo) per evitare di sprecare troppa carta la taglio a misura e la fisso alla fustella stessa con del nastro adesivo rimovibile.
Non rovina la fustella e tanto meno la carta (bellissima tra l'altro. L'album si chiama Jingle All The Way).


Aiutandomi con l'apposito attrezzino segno le pieghe.

Una precisazione. Se non avete l'Extended Crease Pad dormite pure sonni tranquilli in quanto serve meno di niente. Anzi!
Via libera ai soli tappeti da taglio e (tanto per dirne un'altra) bastano anche quelli standard che per come sono disposte le sagome si può fustellare un pezzo alla volta senza problemi.

Alla fine tutto dovrebbe presentarsi più o meno così.


Comincio ad incollare un elemento all'altro.
Io uso la colla vinilica e non il biadesivo come indicato nelle istruzioni. Ci vuole un pochino di più ma non si rischia di fissare i pezzi sghembi.
La colla va messa sulla carta, si lascia un pochino tranquilla a "tirare" e poi si uniscono i pezzi.


Prometto che la prossima volta userò uno sfondo chiaro che la superficie del mio scrittoio è di pelle un pochetto cupa.


Le finestre le incollo alla fine perché così ho la possibilità di tenere fissati i pezzi un pochino con le dita fino a che la colla non li attacca definitivamente.

Utilizzando come modello la parte interna (che sarebbe poi uno scarto. Si, col cavolo!) ritaglio dei rettangoli di acetato tenendo conto di un po' di bordo.
Uso l'acetato perchè metterò un oggetto all'interno. Per la lanterna di Halloween che conteneva un lumino led ho usato la carta forno.

Ho provato ad utilizzare anche in questo caso la colla vinilica su due finestre.


Mentre per altre due il Glossy Accents (che è comunque una colla).


Vi dico subito che vince Glossy Accents in quanto la colla vinilica non tiene.

Il tetto innevato è stato decorato con la tecnica di Sandra Ghidara che mescola colla vinilica e schiuma da barba. Io ho esagerato con il glitter, ma che ci volete fare? Secondo me il glitter non è mai abbastanza... (e ora che ci penso devo passare l'apirapolvere).


Questo procedimento prevede che, una volta stesa, questa schiumetta venga scaldata con il phon per l'embossing. Ecco, bene, quando lo fate tenete conto che le finestre sono in acetato, perché io proprio me lo ero dimenticato e quindi, tutta contenta della mia neve, abbasso lo sguardo e mi ritrovo le finestrelle a ondine.
Ottimo!
Sono andata a dormire e il giorno dopo con un po' di calma aiutandomi con il cutter ho tolto il fondo (che avevo incollato) ed ho ricominciato da capo.


Visto che ho tolto la decorazione interna (se vi state chiedendo da dove salta fuori ve lo dico subito. Era in una meravigliosa boule de neige con carillom che Edoardo ha - ops - fatto cadere in soggiorno un paio di anni fa) vi mostro come ho fissato la catenella. Con un campanellino piccolino.


Tanto per sperimentare ulteriormente questa volta ho usato la colla per brillantini Rayher che, ho pensato, se ha attaccato un bicchiere di vetro, vuoi che non funzioni con l'acetato?
Infatti lo fa.
Questa si trova tranquillamente al Brico, però non ricordo quanto costa.
Per evitare che il beccuccio di queste colle si tappi condivido questa dritta che ho imparato da Rossana Radaelli e suggerita niente meno che da Tim Holtz.
Dare un paio di colpi secchi al flacone (aperto) sul tavolo da lavoro. Vedrete la colla scendere e liberare perfettamente il passaggio.


Ed ecco la lanternina terminata.
Siccome la decorazione è leggermente più alta del foro della finestra ho utilizzato il fondo come contenitore. La base del Babbo sta all'interno ed ho recuperato circa un centimetro.


Che ne dite?
Sono stata abbastanza chiara nei passaggi?
Ma soprattutto... non è una figata al cubo sta fustella?

Vi assicuro che prossimamente ne vedrete ancora (spero non suoni come una minaccia).

14 commenti:

  1. Sabrina bravissima come sempre!
    In realtà a me sembra che manchi ancora moltissimo a Natale, ma ammetto che io non devo occuparmi di tutti questi preparativi. ^_^
    Grazie per aver condiviso il trucchetto della colla....mi capita spesso che si tappi....
    Ma i colpi bisogna darli con la bottiglietta dritta? O sottosopra già pronta per fare uscire la colla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dritta, si si.
      Si batte il fondo della bottiglia sul tavolo con un colpo secco. Massimo tre volte, lasciando passare qualche secondo tra la prima e la seconda... vedrai che già con due la colla va giù.

      Grazie Linda, un bacione XXX

      Elimina
    2. La lanterna è bellissima e la spiegazione, come sempre, utile e estremamente simpatica, anche gli errori sono istruttivi. Come mi piacerebbe assistere ad una tua creazione, vederti lavorare ed inventare deve essere proprio un bello spettacolo.
      Baci Francesca

      Elimina
    3. soprattutto vedermi alle prese con lo sparpagliamento del glitter!
      Dovresti vedere che spettacolo :D

      Un bacione grande Francesca <3

      Elimina
  2. Magica magica magica! Non ho altre parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fai davvero arrossire, Sonia!
      Un bacione anche a te ;)

      Elimina
  3. Che nervoso quando finisci un lavoro e ti rendi conto di averlo rovinato!!! Questa lanterna è fantastica! Mi viene voglia di comprare la fustella...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, guarda... un nervoso che non ti dico.
      Se hai occasione prendila che è davvero uno spettacolo!

      Elimina
  4. Ammiro la pazienza e la precisione che metti nel fare questi lavori e il risultato è super!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca!
      Devo dire che mi rilasso molto nel farlo (inconvenienti a parte).
      Mi serve a non dare di matto e staccare da certe situazioni paradossali che si verificano la mattina in ufficio -_-

      Elimina
  5. Bellissima, e chiarissima nella spiegazione del procedimento! Non vedo l'ora di vedere le altre fustelle!!

    RispondiElimina
  6. Credimi, anche io :-D
    Ora ho messo da parte le lanterne per dedicarmi a qualche tag ;-)

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. Grazie Roberta!
      (come stai?)

      Elimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!