20 novembre 2017

Festone in Rosso e Oro (The Color Sisters)

1 commento:
Buon lunedì.
Per l'appuntamento mensile con la Sfida a Sorpresa con The Color Sisters ho voluto provare una delle mie nuove fustelle.
Quando Lucia ha scelto il vincolo (Creare un addobbo natalizio! No layout, no card! - pure col punto esclamativo) ho pensato subito alla bigz Geometric Garland di Katelyn Lizardi (#661986).


Per realizzarla ho scelto questa raccolta di carte di Toga L'Or de Bombay.

Una carta bellissima, che sembra tessuto... purtroppo le consistenze non sono le stesse per tutti i fogli.
Per il festone ho utilizzato quelle più pesanti e questo mi ha limitato nella scelta della fantasia.


La fustella si sviluppa in questo modo.
Si ottengono quindi due elementi.


Ah, quasi dimenticavo. Per tagliarla è raccomandato l'uso del premium crease pad.
Infatti è assolutamente necessario (per lo meno con la Big Shot Plus. Con la piccola non ho provato)


Mentre con il triangolo è indispensabile infilare lo spago, la losanga si presta a essere costruita lavorandoci intorno... e infatti la userò anche con i fili luminosi a led!


Questi invece diventeranno degli addobbi per l'albero.


Come vedete sono molto semplici...


... ma grazie alla particolarità della carta diventano davvero graziosi.


Che ne dite?
Vi piacciono?

Per scoprire altre idee sugli addobbi natalizi vi invito a passare dalle mie compagne e, se ne avete già realizzato uno (o più) oppure siete in procinto di farlo, partecipate alla nostra Sfida!

A presto.

Leggi tutto...
19 novembre 2017

Pensierini per Natale - Candele Decorate (The Creative Factory)

7 commenti:
Buongiorno a tutte.
Oggi, per il consueto appuntamento con la Creative Factory nella quale ci siamo dedicate all'Handmade Christmas Gift, vi propongo un progetto semplice e veloce per decorare una candela.

Il risultato finale sarà questo...


Se vi piace seguite questo tutorial per realizzalo.
Iniziamo subito con il materiale.
Che non è strettamente "necessario" ma solo indicativo, a parte la candela, la cannella e dello spago, però, che sono alla base del progetto.

Quindi via libera a bacche, pigne, anice stellato, vimini, nastri, passamanerie e chi più ne ha più ne metta.


Iniziamo con infilare la candela in un elastico. Questo ci aiuterà nell'inserimento delle stecche di cannella.
Devono essere tutte dello stesso spessore (io le ho trovate grazie ad Amazon e ne sono molto soddisfatta!) altrimenti rischierebbero di scivolare fuori dallo spago...


... una volta terminato il lavoro.

Per la prima candela ho scelto quello di iuta.


Per la seconda quello tradizionale in canapa o lino.


Una volta legate le stecche si procede a decorare la candela creando una piccola composizione con il materiale che avete a disposizione.
Ho utilizzato delle pignette, dell'anice stellato, dei piccoli cerchi di vimini, delle bacche rosse (di polistirolo) e del fil bouillon.
Purtroppo non sono riuscita a far seccare in tempo le fettine di arancia.


Per creare la base mi sono avvalsa dell'aiuto di una fustella di Brenda Walton (Snowflake Ornament #658740) e con della gomma crepla glitter (color oro freddo) ho ottenuto questa bellissima forma


Per la candela con le bacche ho scelto invece la crepla glitter rossa.


Eccola qua.


Come vi avevo detto è semplicissimo!
Ora non resta che confezionarla con un foglio trasparente.


Nel ringraziare Norma per il bellissimo banner realizzato per la Creative Factory

Christmas 2017


vi invito ispirarvi grazie ai progetti delle mie compagne che vi aiuteranno a confezionare tanti regali per un Natale Handmade!




Leggi tutto...
5 novembre 2017

Considerazioni di Novembre (The Color Sisters - Palette)

6 commenti:
Ottobre se ne è andato.

Siamo ritornati all'ora solare e abbiamo festeggiato Halloween.

Edoardo ha voluto invitare qualche compagno della scuola primaria e la festa è riuscita bene.
I bambini si sono tanto divertiti e io sono andata avanti a Momendol per tre giorni.

Ho come l'impressione di non aver più l'età per quelli che mia madre definisce "strapazzi".

Come al mio solito non ho fotografato nulla perché mentre arrivavano gli ospiti ancora stavo a preparare stuzzichini.
Mi sono avvalsa dell'aiuto di Etsy per scaricare i pics per i panini, del Lidl per gli acquisti a tema che propongono ogni anno, delle ricettine di LeiTv per le uova coi ragnetti, della fantastica fustella Ellison Sizzix grazie alla quale ciascun bambino ha potuto ricostruire uno scheletro (che in precedenza avevo tagliato e inchiostrato) e di mia sorella che ha svuotato tipo sei zucche quel giorno!

Il tempo mi sta scivolando via tra le dita.
Non ne ho mai scritto fino a ora ma l'inizio della scuola primaria mi sta togliendo un sacco di energie.
Poi c'è la scelta delle attività sportive, una settimana di malanni di stagione, la casa nuova da seguire e (in vista del prossimo trasloco che ci sarà in primavera) ho deciso di liberarmi del superfluo vagliando un po' tutte le cose.
Partendo dall'abbigliamento, scarpe e accessori passando da suppellettili e oggetti vari per arrivare al materiale accumulato nella mia stanza.

D'altro canto mi entusiasma vedere Edoardo che legge segnando col suo ditino.
E che scrive scandendo a bassa voce le lettere e le sillabe.
Hanno iniziato la scuola il 13 settembre e già sono state fatte 5 vocali e 7 consonanti (L, M, P, S, T, F, R) che io mi sforzo a non chiamare "Elle, Emme, Pi, ecc"
Ogni tanto mi chiede "ma voi come la chiamavate la T?" e mi fa tanto ridere perché manca solo che ci aggiunga "ai vostri tempi".

Comunque lo sto seguendo molto.
A casa dico.
Non è stato per nulla facile il salto dall'asilo, nonostante il programma svolto alla scuola dell'infanzia fosse stato molto vasto.

Ancora non riesce a gestire una pausa così breve (15 minuti della ricreazione) per fare pipì, mangiare la merenda e "giocare" un pochino e questa cosa del poco tempo lo rattrista un po'.
E poi c'è la botta dell'alzata del sabato mattina a cui non era abituato.
O meglio. Edoardo si è sempre svegliato presto (oserei dire purtroppo) ma per stare a fare la colazione in pigiama guardando Scooby Doo.
Ora le cose sono un pochino cambiate.

Io che ho perso la mia ora di libertà giornaliera che avevo durante la sua frequenza dell'asilo ho guadagnato il sabato mattina.
Sinceramente è stato uno scambio favorevole.

Altrimenti col cavolo che sarei riuscita a scrivere il post e mostrarvi questa card!

L'ho realizzata per il compleanno di mia mamma ispirandomi alla Palette proposta da Eleonora in occasione della Sfida de The Color Sisters.


Niente inchiostri questa volta.
Solo carta.
Mi piacciono questi fiori.. la fustella che ho utilizzato si chiama "Flower, Layered" (#658533) e devo dire che l'effetto degli strati a cui deve il suo nome è proprio grazioso.
La resa è ancora migliore grazie alla carta Kraft-Core (per quel che mi riguarda la userei per tutti i progetti che realizzo).

La vedete qui nel dettaglio.
Già è bella di suo, ma strapazzata un pochetto col Paper Distresser diventa favolosa.



Vi invito a vistare il Blog per ammirare i lavori delle mie compagne e, naturalmente, partecipare alla sfida proposta.

ah...
Seguendo le bravissime Laura e Stefania non ho potuto fare a meno di notare che è già ora di 12 Tag for Christmas.
Accidenti. Ti distrai un attimo e sono passati dieci mesi.
Spero di farcela a partecipare!
Voi che dite: ci riuscirò?

°§°

(Una piccola immagine che mi è stata inviata al cellulare a ricordo di quella serata, con la quale riprendo con piacere la partecipazione a La Foto della Domenica di Bim Bum Beta)


Leggi tutto...
15 ottobre 2017

Halloween: Favors (The Creative Factory)

27 commenti:
A Edoardo piacerebbe regalare qualche dolcetto di Halloween ai compagni di scuola... ovviamente a me non è parso vero!
Invece di portare le caramelle tutte tristi e sole ho confezionato queste graziose bustine; sono semplicissime e vi spiego subito subito come si assemblano.


Prima di tutto sono andata a recuperare le risorse gratuite di Paperglitter e ho stampato su fogli A3 le fantasie di Halloween proposte nel sito per il packaging. Poi, nella mia stanza dei casini, ho cercato (non senza difficoltà. Sto lavorando molto sull'organizzazione di quella stanza, col risultato di non ricordare dove metto le cose) il seguente materiale.

- Forbici per carta (io uso quelle della Tonic Studios. È vero che ho una fissa per Tim Holtz, ma dopo averle provate la prima volta non solo non riesco più a utilizzare le altre ma ne ho anche prese in varie misure).
- Forbici a zig-zag (acquistate per il tessuto e ormai destinate esclusivamente alla carta. Non costano poco, ve lo dico onestamente, ma sono le migliori per riuscire a tagliare alla perfezione i fogli. Con le altre di "cartoleria" ottengo sempre dei risultati miserabili. Inizialmente funzionano, poi la carta sembra masticata)
- nastro biadesivo (sottile)
- un attrezzo del quale ignoro il nome (se me lo fate sapere ve ne sarò eternamente grata) che vi mostrerò poi nel dettaglio (non è indispensabile ma l'effetto è gradevole)
- un puncher che realizzi un passanastro
- nastro
- dolcetti vari (questi non erano nella stanza. Ve lo assicuro)
- decorazioni a tema
- colla a caldo (qualora si voglia attaccare al pacchettino la decorazione di cui sopra)


Bene, mi pare ci sia tutto!
Pronte, via.
Inizio col tagliare i miei fogli dividendoli in tre.
Ogni busta è altra circa 13,5 cm (avete notato come è fescion il mio righello?).


Piego la carta in tre. Non serve essere precise al millimetro, l'importante è che i bordi si sormontino per chiudere la busta con il nastro biadesivo.


Una volta incollata la bustina ecco apparire il misterioso attrezzino con il quale "presso" tutta la parte chiusa...


... per creare questo effetto.
Che vi devo dire? Io lo adoro.


Una passata con le forbici a zig-zag rende il lavoro più rifinito.


Col puncher creo i fori passanastri (io ho solo questo, la forma può variare naturalmente)


La busta è pronta!
Inseriamo i dolcetti (oppure dei regalini) al suo interno...


 ... e la chiudiamo con un nastrino colorato.
Per completare il pacchettino ho incollato sopra un ragnetto (tagliato da un anello)


Come vi ho anticipato è semplicissima da realizzare e simpatica da vedere.
Ai bimbi piace molto; è vero che se le aspettano le caramelle ma il fatto di scartare un regalino è sempre divertente (almeno per il mio è così... i vostri che dicono?)

https://www.facebook.com/thecreativefactory2/

Con questo progetto partecipo alla Raccolta di tutorial per un Halloween Handmade di The Creative Factory.
Vi invito ad andare a visitare i progetti delle mie compagne perché sono tutti favolosi!
Sul serio... io ho visto le anticipazioni e sono rimasta a bocca aperta!

(e avete visto che meraviglia il banner creato da Norma?)




Leggi tutto...
5 ottobre 2017

Riuso Barattoli Vetro - Dolcetto o Scherzetto? (The Color Sisters - Palette)

8 commenti:
No, non è un déjà-vu... il titolo è quasi lo stesso di qualche post fa ma la lanterna è diversa.

E mi sento di dire che non sarà nemmeno l'ultima (orpo, scritto così suona un po' come una minaccia).


Come da titolo si tratta di un riutilizzo di un barattolo di vetro (lemon curd, se non ricordo male) nato come mia interpretazione della palette proposta da Chiara per la nostra sfida mensile con le Color Sisters, ma ora vi spiego meglio.

La lanterna spenta si presenta così... 


Con la velina bianca ho rivestito il barattolo spalmato di colla vinilica.
Con la velina nera ho ritagliato le sagome dei bambini mascherati per "Dolcetto o Scherzetto" (Sizzix Thinlits Die - Trick or Treat #662384. Non vi dico nemmeno più chi è il Designer), ho dato una ulteriore mano di colla (in senso letterale, la spalmo proprio con le dita sopra la carta velina per non rischiare di romperla) e ho ricoperto di glitter argento (grigio) l'intera superficie.

Lo spago si avvicina molto al color sabbia della tavolozza


e, proprio perché non mi volevo far mancare nulla, se inserisco una candelina led ho pure la tonalità azzurra!


Questa lanterna infatti può essere usata sia con la tea-light (tutte le decorazioni sono all'esterno) che con la candelina led.
Per questo motivo ho rivestito di spago anche il tappo (sempre utilizzando la colla vinilica).

Scommetto che ora però sarete curiose di vederla questa tanto citata Palette!
Basta andare a scoprirla da The Color Sisters!
Dove potrete anche ammirare tutte le interpretazioni delle mie compagne.

Alla prossima (probabilmente ancora Halloween).
Leggi tutto...
3 ottobre 2017

Enjoy The Journey (Evoluzione Party)

4 commenti:
Ciao a tutte!

Vi comunico ufficialmente che la mia avventura come membro del DT di Evoluzione Party ha avuto inizio.
Ieri, infatti, è stato pubblicato il post della Sfida del mese di Ottobre.
E uno dei progetti proposti è proprio il mio.

Eccolo qua!


Si tratta di una Tag (ma va? Scommetto che vi mancavano) di auguri di "Buon Viaggio".

Viaggio infatti è il vincolo stabilito dal membro del Design Team che propone la sfida.
Ogni mese viene indicato un vincolo la cui iniziale è una lettera del nome EVOLUZIONE PARTY (la lettera "V" è la seconda della parola Evoluzione) al quale si dovrà aggiungere un ulteriore elemento, che inizi sempre con la  stessa lettera ma questa volta a scelta di chi partecipa.

Il mio è "Vellum" con il quale ho fatto la copertina.


Vi do qualche altro dettaglio "tecnico" sulla realizzazione.

La colorazione è stata eseguita con i Distress Oxide sia per la base della tag che per il mappamodo di Tim Holtz (Sizzix Bigz Vintage Globe #657832), mente per l'effetto metallico sulla struttura ho scelto l'embossing WOW color rame (copper) che ho graffiato per dare un aspetto vissuto.

Lasciatemi dire (che fino a ora non ne avevo avuto l'occasione in un post) che i nuovi Oxide sono assolutamente favolosi. La consisteza è quasi "cremosa", si stendono che è una meraviglia e hanno dei colori vibranti.
Li voglio tutti!

Al mio solito ho usato lo spritzer per sporcare tutta la superficie.

La copertina (come anticipato) è realizzata in vellum verde e per i testi sono stati utilizzati gli sticker delle collezioni di Echo Park (The Story of Our Family e Capture Life).


Per concludere ho aggiunto un piccolo charm a forma di aereo.

Vi piace la Tag?
Nel post dedicato alla Sfida di Ottobre trovate anche le interpretazioni delle mie compagne di Team; mi auguro vi ispirino per la partecipazione al Challenge che prevede un premio a sorpresa (naturalmente si tratta di materiale per i nostri progetti craft! E che altro sennò?)

In bocca al lupo!


Leggi tutto...
24 settembre 2017

Riuso Barattoli Latta - Festa dei Nonni (The Creative Factory)

14 commenti:
Ciao a tutte!

Con questo post riprende la mia partecipazione alle attività del gruppo The Creative Factory, quindi rimanete sintonizzate che nei prossimi mesi ci saranno tante idee (tutorial si, ma anche ricette) legate alle Feste del periodo in corso.

Ovviamente non sarò da sola a pubblicarle, infatti alla fine dei post troverete i progetti che hanno realizzato le mie compagne.

L'argomento di questa Raccolta è "La Festa dei Nonni" e quindi vi invito a visitarli tutti per prepararvi al 2 Ottobre che si avvicina.

Io ho realizzato un piccolo dono utilizzando quasi esclusivamente materiale di riuso (il quasi ve lo dico dopo).
Si tratta di un doppio contenitore porta penne e/o matite arricchito da una piccola cornicetta nella quale va inserita la foto del (della) nipotino(a).

Ve la mostro subito subito.


Comporla è molto semplice.
Io per ottenere un effetto più pulito mi sono avvalsa delle mie amate fustelle (altrimenti perché mi sarei riempita una stanza di materiale senza nemmeno essere socia di Sizzix?)

Nella fattispecie sono la Album, Scallop Rectangle #2 (#656698) che è nata, come dice il nome stesso, per essere un album ma viene utilizzata in svariati modi (uno è questo, un altro, a esempio, è come targa) e la cornicetta Frame, Wavy (2" x 3" opening) #A10380.

Il materiale, come anticipato, è di recupero o comunque facilmente reperibile.
- cartone
- spago
- lattine
- carta patterned (questo è il "quasi". In effetti è nuova, ma può essere sostituita con ritagli di carta da regalo)
- cartoncino
- colla vinilica
- colla a caldo
- forbici.

Pronti, via!
Sono partita con lo spalmare di colla vinilica le lattine per poi ricoprirle di spago.
So che alcuni utilizzano la colla a caldo ma personalmente il risultato non mi piace.
Sono oltre 20 anni che ricopro i barattoli in questo modo e vi assicuro che sono ancora bellissimi.
La colla vinilica, oltre a essere resistente, conferisce alla struttura un aspetto liscio e pulito.
È di certo un procedimento più lungo, ci si sporca un pochetto e ci va pazienza per compattare bene tutti i giri... ma si è ripagati di certo.


Se la colla sbrodola sui bordi non c'è nessun problema.
Basta pulire con una spugnetta umida.

La carta Patterned che ho scelto (la collezione è di Lori Withlock, che adoro ma già lo sapete e sarete pure stufe di sentirmelo dire) è decorata su entrambi i lati (il che a volte è uno svantaggio, dal momento che se i disegni sono entrambi molto belli uno va perduto) quindi per realizzare la cornicetta ho utilizzato la fantasia a pois per il fronte e quella con le casette per il retro.

Per riuscire a ottenere il retro intero (la cornicetta piccola purtroppo taglia solo il bordo) mi sono avvalsa di un Not-Cut Pad realizzato da Cristina Tito che, lasciatemelo dire, è un genio!


Come vedete ho incollato la carta sul cartone di recupero e poi ho tagliato i due elementi utilizzando la stessa fustella. Uno con i pad tradizionali e l'altro con i Not-Cut Pad.
Ho poi sporcato i bordi con i Distress (che ci volete fare? È più forte di me).
Il fronte e il retro vanno uniti insieme (con la colla a caldo) avendo l'accortezza di lasciare la parte superiore libera perché ci andrà inserita la foto e un piccolo rettangolo di acetato.

Con la Fustella Album ho preparato un sandwich formato da carta patterned, 3 elementi di cartone, 1 cartoncino (sempre di recupero, sono le scatole di merendine).
Ho poi incollato il tutto per formare la struttura che diventerà la base.


Nel frattempo i nostri barattolini si sono asciugati...


... e posso decidere come disporre i miei elementi sulla base, per poi fissarli con la colla a caldo.


E, per finire, inserirò una piccola foto nella cornicetta (che sarà protetta da un ritaglio di acetato).
E le penne!
Che il Nonno ne ha sempre bisogno per le parole crociate.


Volendo si potrebbe coprire il bordo della base con la passamaneria.
Trovo però che l'effetto del cartone sia gradevole, naturalmente va tagliato sempre nello stesso verso.

Cosa ne dite?
Ai Nonni piacerà?

°§°

Questo post è stato realizzato nell'ambito dell'iniziativa 
*Handmade Grandparents' Day 2017*
Leggi tutto...