piccola sartoria 52 Week Project 2014 la foto della domenica un pin al mese
7 aprile 2019

Il Coniglietto Pasquale (The Creative Factory)

8 commenti:
Ieri pomeriggio c'è stata la Festa di Compleanno di Edoardo.

Il tema era Dragon Trainer (come due anni fa) e mi viene da dire "meno male!"

Dovete sapere che avevo conservato la piñata, le bandierine, la tovaglia e lo striscione con la scritta "buon compleanno" (quest'ultimo ho pure scordato di appenderlo. Pazienza).
Quindi pensavo di essere abbastanza avanti.

In realtà ho fatto tardi tutte le sere per confezionare 26 scudi, 26 elmetti e 26 asce da vichingo (ve le mostrerò, ho deciso di farci un passo a passo perchè riscuotono sempre un sacco di successo!).

A che serve questa premessa?
A introdurre il mio tutorial di oggi... un progetto realizzato qualche anno fa con la supervisione di Edoardo piccolissimo ma che non ho mai pubblicato (e le foto risalgono al 2012! quando avevo una media di minimo un post a settimana. Ora se ne realizzo uno al mese è tanto).



Si tratta di una card pasquale, perfetta per essere realizzata con i bambini perchè semplicissima (se sono piccoli magari le forbici usatele voi, tagliare il biadesivo richiede un po' di pressione).
Inoltre è un modo per utilizzare i ritagli di pannolenci (lo so che li conservate!).

Saranno le stesse foto a spiegare i passaggi del tutorial.
Pronte? Via!









Spero che vi sia piaciuto, e per avere altre ispirazioni vi invito a visitare le mie compagne che hanno collaborato con The Creative Factory per rendere pià bella la Pasqua del 2019!

You are invited to the Inlinkz link party!
Click here to enter


Sempre grazie per esserci e per leggermi.
Vi abbraccio tutte.

XOXO

Leggi tutto...
Blogger Tricks
5 febbraio 2019

Con Tutto il mio Cuore (The Creative Factory)

15 commenti:
Ciao a tutte...
vi ricordate di me?

Sono quella che promette sempre di essere più presente sul blog e alla fine non mantiene mai.

Spero di farmi perdonare con questo progetto!


Si tratta di una scatolina in cartoncino kraft contenente un puzzle, un regalo per il prossimo San Valentino.

Per realizzarla ho utilizzato
- cartoncino kraft formato A4
- una immagine di cuore stampata (*)
- cartoncino di recupero (scatola della pizza surgelata)
- colla in stick
- colla vinilica
- forbici
- fustella Sizzix Puzzle codice A10343
- fustella Sizzix Box & Card codice 660281
- fustellatrice Big Shot
- tampone inchiostrato


Siccome il mio romanticismo in una scala da 1 a 10 arriva a -3, ho cercato una immagine che mi potesse rappresentare al meglio.


Vi piace?
Pronte, via!
Una volta assodato che l'immagine combacia con i bordi del puzzle la vado a incollare sul cartoncino della pizza che avevo già predisposto in tre strati per avere uno spessore molto simile ai tasselli di un vero puzzle.

Ricordate di mettere l'immagine verso la fustella in modo che la lama spinga i margini di taglio arrotondandoli.

Con l'inchiostro sporco i bordi.


Ora taglio la scatolina e la assemblo con la colla vinilica.
Le istruzioni presenti nella confezione delle fustelle suggeriscono sempre l'uso del biadesivo; personalmente preferisco di gran lunga l'effetto della colla.
Senza contare che il fatto di poter correggere se i bordi non sono perfettamente allineati ha un suo bel perché!


Per decorare la scatolina ho scelto una fustella con i cuori (la versione più classica, 😁).

Ho l'abitudine di conservare i cartoncini che si trovano nei sacchetti di patatine, avete presente la bustina che contiene il gadget? Ecco. Sono perfetti per realizzare le decorazioni.

Un ritaglio di un vecchio libro, spago, cartoncino ondulato, Rub-Ons (che poi non sono altro che i mitici trasferelli), gesso bianco e inchiostri.


Sul cuore ho utilizzato una delle tecniche "resist" di Tim Holtz.
Prima applico l'adesivo Rub-On sul cartoncino e poi passo l'inchiostro con la spugnetta.
Per concludere una spruzzata d'acqua (poca).


Ed ecco il puzzle nella scatolina.


Guardate lo spessore dei tasselli.
Non sembra vero?


Edoardo quando lo ha visto mi ha chiesto: "Mamma, ma un cuore è davvero fatto così? Non credo mica sai?"


via GIPHY


Ho creato questo progetto per l'iniziativa Handmade Valentine...

e vi invito a visitare tutto quello che hanno realizzato le mie compagne della Creative Factory.
Buona visione.



(*) l'immagine non viene utilizzata a fini commerciali.
Leggi tutto...
18 novembre 2018

Pensierini per Natale - Candele Decorate (The Creative Factory)

13 commenti:

Ciao tutte!
Oggi vi mostro un progetto semplicissimo da realizzare che vi potrà risolvere qualche pensierino di Natale!

Le candele in questo periodo dell'anno sono quasi d'obbligo.
Rallegrano un ambiente, danno luce e calore. Alcune profumano, addirittura!

Oggi vi spiego come decorarne una e questo sarà il risultato finale.


Mi auguro che vi piaccia, se così è.. seguitemi in questo tutorial.

Pronte?
Via!

Il materiale necessario è il seguente
- candela bianca, o panna
- stampe natalizie
- forbice
- embosser (si narra che con il phon si ottenga lo stesso effetto... sinceramente non ho mai provato)
- carta da forno


Devo, per forza di cose, realizzare lavori semplici che richiedano poco tempo e pochi materiali.
La mia stanza è ancora in alto mare e sto utilizzando il tavolo della cucina.
Vi lascio immaginare l'entusiasmo di mio marito

via GIPHY

Ritaglio l'immagine prescelta. Anche se lascio un piccolo margine non è importante, si confonderà con il colore della candela.
Ho scelto appositamente delle stampe "vintage" in modo che lo sfondo non risulti troppo bianco.


Appoggio la figurina sulla candela, la copro con la carta da forno tirando bene sul retro.
Non ci dovranno essere pieghe, mi raccomando!


Passo l'embosser sulla figurina.
Non si dovrà insistere su di un punto, l'aria calda va direzionata con dei movimenti circolari su tutta la figura, ripassandoci sopra più volte.


Vi accorgerete che la carta sta iniziando a unirsi alla cera quando comincerà ad apparire questo effetto.


Tolgo delicatamente la carta-forno.. et voilà!
L'immagine ha aderito perfettamente alla cera.
Per lucidarla basterà passarci sopra un vecchio collant (o gambaletto).


Con un fustellato in crepla ho realizzato la base.
E ora non mi resta che pensare al confezionamento.

Ma ve lo racconterò in un prossimo post!


Nel ringraziare Norma per il bellissimo banner realizzato per la Creative Factory

Christmas 2017


vi invito a ispirarvi grazie ai progetti delle mie compagne che vi aiuteranno a confezionare tanti regali per un Natale Handmade





Leggi tutto...
28 ottobre 2018

Lanterna Autunnale (The Creative Factory)

6 commenti:
A volte mi dico "fortuna che ci sono i progetti con la Creative Factory!"

Sennò anche 'sto mese al blog facevo ciao ciao con la manina.

Vi avevo promesso dei post di aggiornamento la scorsa volta, che poi era un mese fa.
Non serve che ve lo dica... quei post non ci sono stati.

Abbiamo cambiato casa a luglio e metà della mia roba se ne sta ancora chiusa dentro gli scatoloni, che poi è anche il male minore, visto che di certo non mi va più bene.

Ho iniziato e fallito almeno 4 diete nel corso di questo ultimo anno e non ho ancora capito come risolvere questo problema, che lo so benissimo essere dentro di me, altrimenti non si spiega. Purtroppo non so quale sia.

Dovrei trovare il tempo per iniziare l'attività fisica che mi ero prefissata di fare e arriva la sera senza nemmeno che me ne renda conto.

Non so come va da voi con la scuola primaria, ma Edoardo se non me ne sto là piantata come una Guardia di Sua Maestà a fissarlo in malo modo, nemmeno li inizia i compiti.
Che poi a scuola è bravissimo e mi dà tante soddisfazioni, ma non è magia. Sono lacrime e sangue (non in senso letterale per lui, state tranquille).

Se io esco dalla stanza (per andare a fare una lavatrice) lo trovo che sta giocando con qualsiasi cosa possa diventare una nave spaziale, un mostro, un insetto o chesoio.

Questa cosa potrebbe tranquillamente essere una briciola, o un pennarello.

Si, la fantasia non gli manca.

Fatto questa piccola premessa (tanto per farvi capire come sto di casa) veniamo al titolo del post che vi mostro oggi.

È un lavoro semplicissimo che ho realizzato in velocità... il progetto doveva essere un altro ma il pargolo ieri si è fatto male durante il torneo di pallavolo e abbiamo trascorso il pomeriggio al pronto soccorso.
Fortunatamente nulla di grave, solo tanta paura (per me).

Una Lanterna Autunnale ricoperta di foglie di vite.


Il materiale necessario è questo.
Un barattolo di vetro, colla vinilica, carta velina, forbice e un pennello.
Spago, decorazioni naturali (io ho usato delle cupole di ghianda) e un lumino.


Inizio con lo spalmare di colla il barattolo. 


Lo ricopro con la velina e lo spalmo nuovamente con la colla.


Aiutandomi col pennello attacco le foglie.
Io ho scelto quelle di vite Raboso perché hanno dei colori meravigliosi.


Ecco che si sta asciugando (io per guadagnare un po' di tempo l'ho messo vicino al camino)


Asciutto!
Visto che colori le foglie? E con la colla restano sempre così brillanti.


Ho bucato con le punte della forbice le cupole delle ghiande (che ho raccolto questa estate)...


... ho fatto una decorazione semplicissima facendo passare all'interno dei fori lo spago, chiudendo poi con un nodo.


Non ho eliminato l'eccesso, mi piace l'effetto che fa.


Ecco finita la lanterna.


Spero davvero che vi piaccia.
Vi invito a visitare i progetti delle mie compagne che hanno partecipato insieme a me all'iniziativa "Handmade Autumn" con The Creative Factory







Leggi tutto...
23 settembre 2018

Squash Book per la Festa dei Nonni - Tutorial (The Creative Factory)

10 commenti:
L'ultimo mio post risale a tre mesi fa...

quando me ne sono resa conto non ci potevo credere.

Però è così, e me ne scuso.

In questi mesi sono successe un bel po' di cose che vi racconterò.
Una di queste è stata l'operazione di protesi al ginocchio di mia madre (che è andata bene, ma sia il ricovero che la riabilitazione si sono protratti a lungo).

Durante la degenza la mia mamma ha avuto modo di allietare le sue compagne di stanza con le mirabolanti imprese di Edoardo (evviva!) con tanto di supporto fotografico a dimostrazione di quanto sia bravo, bello, simpatico e intelligente il nipote.
So che dovrei bearmi di questo però devo dire che un pochino mi imbarazza.
(Edoardo non lo sa e non sarò di certo io a dirglielo).

Molte delle foto che le ho regalato in questi anni, se non incorniciate ed esposte in soggiorno (e in cucina, in camera da letto e ovunque) se le porta dietro in borsa, infilate in una busta bianca stropicciata sopra la quale ha scritto "FOTOGRAFIE".

Mi sono detta... ma un albumino no?
Alla fine della fiera cosa le imparo a fare tutte queste tecniche?
Perché passo ore e ore a guardare tutorial su YouTube?
Cosa le compro a fare tutte queste cose fighe?
 
Bon! Detto fatto, e mi pare proprio un pensierino azzeccato per la Festa dei Nonni!


È grazioso, vero?
Si chiama Squash Book e a me ricorda tanto quel gioco che facevo da piccola piegando un foglio di carta.
Ve lo ricordate l'origami che predice il futuro?
Ecco.

Ora vi mostro come si realizza. È davvero semplice, ve lo assicuro.

Parto da 3 quadrati di carta (135 grammi) in tinta unita.
Misurano 24*24 centimetri


Li  piego prima a metà nei due sensi (linea rosa) e poi in diagonale (linea tratteggiata).
Le linee di piega devono essere ben marcate.


Incollo insieme i tre fogli come mostrato nella foto.


Grazie alle piegature che ho fatto riesco a chiuderli in questo modo.


Prima le due parti esterne e poi quella interna, mandando verso il centro le piegature indicate dalle frecce.


Ecco come si presenta il mio album. Le "pagine" misurano a questo punto 12*12
Ora facciamo la copertina con del cartoncino di recupero.


Taglio due quadrati 13*13 e scelgo la carta che li rivestirà.
Per l'album dedicato a Edoardo l'idea del Piccolo Principe mi pareva azzeccata.


Incollo nella parte interna delle copertine un quadrato di carta decorata che mi serve da rifinitura.
Ne resterà infatti solo un piccolo bordo, perché le pagine esterne dell'album andranno incollate sopra le parti interne delle copertine.


Ecco come si presenta la struttura aperta.
Ritaglio 4 quadrati 11*11 e 6 quadrati 10*10. Questi ultimi poi li divido a metà in diagonale per ottenere la copertura delle parti triangolari.


Ora incollo le foto con il nastro biadesivo e decoro a piacere l'interno con timbri, adesivi e disegni.


Con un ritaglio di carta e un adesivo creo una piccola decorazione per la quarta di copertina.


Visto che già il disegno del Piccolo Principe è molto bello di suo, non volevo caricare la copertina in modo eccessivo distogliendo l'attenzione dal soggetto principale.

Ecco quindi cosa ho pensato.

Mi servono un tappo, un perforatore tondo, un gommino che ho recuperato dalle nuove finestre che hanno installato a casa e il Glossy Accents.


Vi ricordo che i tappi si possono schiacciare tranquillamente con la Big Shot a patto che siano nuovi.
Si possono realizzare degli abbellimenti a tema col pad di carte che state utilizzando andando a prendere un piccolo elemento e incastonandolo nel tappo.
Si incolla il cerchietto ottenuto col perforatore con la vinilica e si ricopre poi col Glossy Accents.

Io ho scelto l'aereo del Piccolo Principe, fantasia con la quale ho decorato anche qualche porzione dell'interno.


Il mio tappo in questo caso oltre a decorare, diventa pure la chiusura dell'album. Col gommino che mi fa da distanziatore riesco infatti a far girare del Baker Twine in tinta.


Che ne dite?
Alla Nonna piacerà?
Io dico di si.

Se volete scoprire altre idee per festeggiare i Nonni vi invito a visitare le mie compagne che, nell'ambito dell'iniziativa *Handmade Grandparents' Day 2018* di The Creative Factory, hanno preparato tanti bellissimi progetti

Leggi tutto...