piccola sartoria 52 Week Project 2014 la foto della domenica un pin al mese
28 ottobre 2018

Lanterna Autunnale (The Creative Factory)

5 commenti:
A volte mi dico "fortuna che ci sono i progetti con la Creative Factory!"

Sennò anche 'sto mese al blog facevo ciao ciao con la manina.

Vi avevo promesso dei post di aggiornamento la scorsa volta, che poi era un mese fa.
Non serve che ve lo dica... quei post non ci sono stati.

Abbiamo cambiato casa a luglio e metà della mia roba se ne sta ancora chiusa dentro gli scatoloni, che poi è anche il male minore, visto che di certo non mi va più bene.

Ho iniziato e fallito almeno 4 diete nel corso di questo ultimo anno e non ho ancora capito come risolvere questo problema, che lo so benissimo essere dentro di me, altrimenti non si spiega. Purtroppo non so quale sia.

Dovrei trovare il tempo per iniziare l'attività fisica che mi ero prefissata di fare e arriva la sera senza nemmeno che me ne renda conto.

Non so come va da voi con la scuola primaria, ma Edoardo se non me ne sto là piantata come una Guardia di Sua Maestà a fissarlo in malo modo, nemmeno li inizia i compiti.
Che poi a scuola è bravissimo e mi dà tante soddisfazioni, ma non è magia. Sono lacrime e sangue (non in senso letterale per lui, state tranquille).

Se io esco dalla stanza (per andare a fare una lavatrice) lo trovo che sta giocando con qualsiasi cosa possa diventare una nave spaziale, un mostro, un insetto o chesoio.

Questa cosa potrebbe tranquillamente essere una briciola, o un pennarello.

Si, la fantasia non gli manca.

Fatto questa piccola premessa (tanto per farvi capire come sto di casa) veniamo al titolo del post che vi mostro oggi.

È un lavoro semplicissimo che ho realizzato in velocità... il progetto doveva essere un altro ma il pargolo ieri si è fatto male durante il torneo di pallavolo e abbiamo trascorso il pomeriggio al pronto soccorso.
Fortunatamente nulla di grave, solo tanta paura (per me).

Una Lanterna Autunnale ricoperta di foglie di vite.


Il materiale necessario è questo.
Un barattolo di vetro, colla vinilica, carta velina, forbice e un pennello.
Spago, decorazioni naturali (io ho usato delle cupole di ghianda) e un lumino.


Inizio con lo spalmare di colla il barattolo. 


Lo ricopro con la velina e lo spalmo nuovamente con la colla.


Aiutandomi col pennello attacco le foglie.
Io ho scelto quelle di vite Raboso perché hanno dei colori meravigliosi.


Ecco che si sta asciugando (io per guadagnare un po' di tempo l'ho messo vicino al camino)


Asciutto!
Visto che colori le foglie? E con la colla restano sempre così brillanti.


Ho bucato con le punte della forbice le cupole delle ghiande (che ho raccolto questa estate)...


... ho fatto una decorazione semplicissima facendo passare all'interno dei fori lo spago, chiudendo poi con un nodo.


Non ho eliminato l'eccesso, mi piace l'effetto che fa.


Ecco finita la lanterna.


Spero davvero che vi piaccia.
Vi invito a visitare i progetti delle mie compagne che hanno partecipato insieme a me all'iniziativa "Handmade Autumn" con The Creative Factory







Leggi tutto...
Blogger Tricks
23 settembre 2018

Squash Book per la Festa dei Nonni - Tutorial (The Creative Factory)

10 commenti:
L'ultimo mio post risale a tre mesi fa...

quando me ne sono resa conto non ci potevo credere.

Però è così, e me ne scuso.

In questi mesi sono successe un bel po' di cose che vi racconterò.
Una di queste è stata l'operazione di protesi al ginocchio di mia madre (che è andata bene, ma sia il ricovero che la riabilitazione si sono protratti a lungo).

Durante la degenza la mia mamma ha avuto modo di allietare le sue compagne di stanza con le mirabolanti imprese di Edoardo (evviva!) con tanto di supporto fotografico a dimostrazione di quanto sia bravo, bello, simpatico e intelligente il nipote.
So che dovrei bearmi di questo però devo dire che un pochino mi imbarazza.
(Edoardo non lo sa e non sarò di certo io a dirglielo).

Molte delle foto che le ho regalato in questi anni, se non incorniciate ed esposte in soggiorno (e in cucina, in camera da letto e ovunque) se le porta dietro in borsa, infilate in una busta bianca stropicciata sopra la quale ha scritto "FOTOGRAFIE".

Mi sono detta... ma un albumino no?
Alla fine della fiera cosa le imparo a fare tutte queste tecniche?
Perché passo ore e ore a guardare tutorial su YouTube?
Cosa le compro a fare tutte queste cose fighe?
 
Bon! Detto fatto, e mi pare proprio un pensierino azzeccato per la Festa dei Nonni!


È grazioso, vero?
Si chiama Squash Book e a me ricorda tanto quel gioco che facevo da piccola piegando un foglio di carta.
Ve lo ricordate l'origami che predice il futuro?
Ecco.

Ora vi mostro come si realizza. È davvero semplice, ve lo assicuro.

Parto da 3 quadrati di carta (135 grammi) in tinta unita.
Misurano 24*24 centimetri


Li  piego prima a metà nei due sensi (linea rosa) e poi in diagonale (linea tratteggiata).
Le linee di piega devono essere ben marcate.


Incollo insieme i tre fogli come mostrato nella foto.


Grazie alle piegature che ho fatto riesco a chiuderli in questo modo.


Prima le due parti esterne e poi quella interna, mandando verso il centro le piegature indicate dalle frecce.


Ecco come si presenta il mio album. Le "pagine" misurano a questo punto 12*12
Ora facciamo la copertina con del cartoncino di recupero.


Taglio due quadrati 13*13 e scelgo la carta che li rivestirà.
Per l'album dedicato a Edoardo l'idea del Piccolo Principe mi pareva azzeccata.


Incollo nella parte interna delle copertine un quadrato di carta decorata che mi serve da rifinitura.
Ne resterà infatti solo un piccolo bordo, perché le pagine esterne dell'album andranno incollate sopra le parti interne delle copertine.


Ecco come si presenta la struttura aperta.
Ritaglio 4 quadrati 11*11 e 6 quadrati 10*10. Questi ultimi poi li divido a metà in diagonale per ottenere la copertura delle parti triangolari.


Ora incollo le foto con il nastro biadesivo e decoro a piacere l'interno con timbri, adesivi e disegni.


Con un ritaglio di carta e un adesivo creo una piccola decorazione per la quarta di copertina.


Visto che già il disegno del Piccolo Principe è molto bello di suo, non volevo caricare la copertina in modo eccessivo distogliendo l'attenzione dal soggetto principale.

Ecco quindi cosa ho pensato.

Mi servono un tappo, un perforatore tondo, un gommino che ho recuperato dalle nuove finestre che hanno installato a casa e il Glossy Accents.


Vi ricordo che i tappi si possono schiacciare tranquillamente con la Big Shot a patto che siano nuovi.
Si possono realizzare degli abbellimenti a tema col pad di carte che state utilizzando andando a prendere un piccolo elemento e incastonandolo nel tappo.
Si incolla il cerchietto ottenuto col perforatore con la vinilica e si ricopre poi col Glossy Accents.

Io ho scelto l'aereo del Piccolo Principe, fantasia con la quale ho decorato anche qualche porzione dell'interno.


Il mio tappo in questo caso oltre a decorare, diventa pure la chiusura dell'album. Col gommino che mi fa da distanziatore riesco infatti a far girare del Baker Twine in tinta.


Che ne dite?
Alla Nonna piacerà?
Io dico di si.

Se volete scoprire altre idee per festeggiare i Nonni vi invito a visitare le mie compagne che, nell'ambito dell'iniziativa *Handmade Grandparents' Day 2018* di The Creative Factory, hanno preparato tanti bellissimi progetti

Leggi tutto...
27 giugno 2018

Spero non sia un addio...

4 commenti:
ma solo un arrivederci

Io ci ho pensato tanto tanto sopra, ve lo assicuro.

La Giratempo non funziona mica, sapete?
Ho cercato di valutare le opzioni possibili. Tipo clonarmi... ma non ho le basi fondamentali.

Purtroppo questo sarà il mio ultimo post come membro del DT di Flavir Design.

Ringrazio tantissimo Daniela per questa opportunità meravigliosa e mi mangio le mani.
Se fosse capitata in un periodo meno incasinato (per me) avrei potuto rendere di più.

Ringrazio tutte le Fantastiche Ragazze del DT (vi invito a seguire i loro post; lasciatemelo dire, sono davvero straordinarie).

💕Siete tutte delle grandi creative, davvero.
Gentili e generose... oltre che dannatamente brave!
Avrei potuto imparare un sacco nel gruppo, ne sono certa.
Mi permetto di citare Giorgia, una organizzatrice perfetta che ci ha coordinate in questi mesi stilando i calendari editoriali. Grazie di cuore.

Scrivere questo post mi rende triste... sul serio 😢
Ho deciso di lasciare questo incarico perchè, per quanto sia divertente realizzare progetti (soprattutto con dei bei materiali), si tratta pur sempre di un impegno che va portato avanti al meglio.
Purtroppo tutta una serie di questioni che mi sono capitate non le avevo previste.
Altre le ho sottovalutate e ora sono alla resa dei conti.

Fortuna che ci pensano le meravigliose carte di Daniela a tirarmi un po' su il morale.

Ho realizzato questa Lollipop Card utilizzando la stupenda collezione del Piccolo Principe.
Non sono deliziose?

La lollipop card è una struttura di grande effetto che i bambini apprezzano sempre (anche gli adulti).
La sue realizzazione è davvero semplice. Altro non sono che Paper Rosette di misure diverse applicate l'una sopra l'altra.
Ho inserito un nastro di organza leggera, che abbellisce senza appensantire l'insieme, e un tappo schiacciato sul quale ho applicato un ritaglio della carta con le stelle ricoperto di Glossy Accents.

Questa card è destinata a una amica di Edoardo che farà gli anni tra poco...
Credo proprio che le piacerà moltissimo.


E, a proposito di Edoardo... vi mostro i nostri lavori in corso.
Stiamo preparando degli abbellimenti per un piccolo progetto.
Sempre carte di Daniela, naturalmente.

La mia preferita è Biancaneve 😍




Leggi tutto...
24 giugno 2018

È arrivata l'estate... (Handmade Summer - The Creative Factory)

10 commenti:
ma non serve che ve lo dica io, giusto?

Che meraviglia il mese di giugno quando le giornate si allungano.

La cosa che più mi rattrista è che Edoardo non se le può godere come facevo io da piccola.
La mattina ero a casa dai nonni e non dovevo alzarmi tutto l'anno alle 7.00 (sigh)

La sera potevo uscire; andare alle giostre, a mangiare il gelato (la Nafta), o stare semplicemente fuori in strada con gli altri bambini a cercare le lucciole.

Edoardo invece va ai Centri Estivi (ri-sigh)
E meno male che ci sono.. altrimenti come farei col lavoro?
Ma a parte l'incidenza economica (che vi assicuro non è cosa da poco) ci si mette anche questo aspetto che mi rattrista un pochino.
Poi la sera è cotto e quindi pure il venerdì che potrebbe restare alzato un po' di più, paradossalmente si addormenta ancora prima (ce lo posso mette un altro sigh? Io direi che ci sta!)

Ma torniamo a noi...
Dicevamo: Estate!
E con The Creative Factory l'Estate non può che essere "handmade"

Io ho preparato un progetto davvero semplice (dovete sapere che è un periodo abbastanza incasinato questo per me. Non sto ad annoiarvi con i miei problemi ma credetemi sulla parola).

Eccolo qua.
Ebbene si, è proprio un Ventaglio


Sono partita da questa fustella di Dena Designs che si chiama semplicemente "Fan" ed è la numero 658941, ormai fuori produzione... io la presi ai Mega Sale di Sizzix (oh, come mi mancano i Mega Sale! Quelli veri!).
Poi servirà della colla vinilica, la colla a caldo e due bastoncini di legno (anche un paio di pinzette che ho dimenticato di fotografare. Accidenti a me).
E pure una pieghetta (anche se alla fine ho dovuto usare il cordonatore, sgrunt!).


Il fustellato però crea un ventaglio striminzito che francamente non incontrava molto i miei gusti.
Quindi l'ho tagliata 4 volte (anche se non per l'intera lunghezza perché la dimensione dei fogli di carta non me lo permetteva).


 (Nota bene: conservo le chioccioline di scarto per realizzare le shaker card!)

Le quattro parti andranno semplicemente incollare tra loro avendo l'accortezza di unirle nel verso giusto della decorazione tagliata.

Faccio presente che nonostante sia previsto l'uso del Premium Crease Pad io non l'ho trovato necessario.
Le pieghe erano davvero poco marcate nonostante avessi utilizzato solo i Pad Standard e ho dovuto cordonarle tutte.


Una volta piegata tutta la lunghezza spalmo abbondante colla vinilica, blocco con un paio di pinze e lascio asciugare.
Almeno una giornata, che se si apre prima potrebbe staccarsi (ogni riferimento a fatti accaduti alla sottoscritta che doveva fare le foto di questo tutorial è puramente casuale)


Quando la colla vinilica è perfettamente asciutta prendo la pistola di quella a caldo e attacco i bastoncini di legno...


naturalmente entrambi alla stessa distanza.


Basterà solo aggiungere un nastrino e il ventaglio è fatto!


Pronto per le serate estive.



Vi invito a visitare i post delle mie compagne di avventura.
Troverete un sacco di spunti interessanti per rendere ancora migliore questa bellissima stagione.



Grazie per la visita e a presto.

Leggi tutto...
30 maggio 2018

Giochiamo con le Bambole? (DT Flavir Design)

4 commenti:
Da piccola avrei dato qualsiasi cosa per avere un attrezzo come la Big Shot.

Da piccola nemmeno potevo immaginare potesse esistere un giocattolo (*) del genere.

Oggi che ne ho ben due, facciamo tre con la piccola Sidekick (oltre a un considerevole numero di fustelle) e mi sento di poter dire che un po' di esperienza l'ho fatta, riesco sempre a sorprendermi quando la utilizzo.

Diciamo la verità... le opportunità che offre sono infinite (una fustella aiuta a valorizzare persino un sacchetto di carta) e io sono davvero felice di aver avuto modo di scoprirla ormai qualche anno fa.

Da piccola avrei pianto di gioia nel realizzare questa borsetta.

Non la trovate adorabile?

Ora vi rivelo un segreto.
(shhhhh. Non lo dite a nessuno)
Questa fustella graziosissima non è Sizzix!
No, è stata ideata e realizzata da Daniela Moscone aka Flavir Design (a dirla tutta pure la carta è stata disegnata da Daniela, fa parte della nuova collezione del Piccolo Principe che vi mostrerò meglio in uno dei prossimi post) (**).

Da piccola di certo ci avrei realizzato le borsette per le bambole, che sono sempre state una mia grande passione; dovete sapere che prima dell'arrivo di Barbie nel mio cuore ho giocato per anni con Susanna (quella della Furga, avete presente?). Era della mia mamma che (furbissima lei - sgrunt! -) l'ha poi buttata durante un trasloco.

E questa borsettina secondo me era proprio perfetta per Susanna!
Si, decisamente.

Oggi ho passato il pomeriggio confezionandole.
Una di carta, una di crepla viola e una schiccosissima di crepla glitterata (che col nastrino nero e le perle è proprio un gioiello!).







Peccato non avere più una bambola adatta a indossarle.

Ma come favors sono comunque strepitose!
Che ne dite?

(*) Mi piace continuare a pensare che per me è sempre e solo un gioco e tale deve rimanere.
(**) La Fustella è disponibile nello shop di Pamela. Così come la carta e la crepla.
Leggi tutto...