28 agosto 2013

Varie ed eventuali... Agosto

*Attenzione* 
Post lunghissimo. 
Accertatevi di non avere lasciato la moka sul fuoco prima di iniziare a leggerlo.

§*§§*§

Caspita, è passato anche agosto! Ma voi ve ne siete accorte? Io no, la cosa mi ha presa abbastanza alla sprovvista...

Vediamo, ve lo dico subito o mi tengo ancora per un po' la notiziona?

Dai, ve lo dico subito! Ho perso SETTE chili!
Direi che è un buon inizio, per lo meno riesco a mettere qualche camicia che proprio non si abbottonava più sul davanti e il modello Dolly Parton in ufficio non è l'ideale.
Non fosse altro che io non sono Dolly Parton e nemmeno le somiglio lontanamente (e certo, lei è bionda).

Credo proprio che uno dei miei buoni propositi per il 2013 si realizzerà e forse ma forse potrei anche superare le più rosee aspettative!

Comunque sia mi sto dando parecchio da fare anche sul fronte beauty farm.
Ho ripreso ad incremarmi per contrastare le rondeurs rebelles (ma quanto sarebbe buffa 'sta definizione, non fosse altro che è l'amara realtà. Sono proprio ribelli! Rotonde e ribelli) e per rigenerare e tonificare il corpo.

Due volte al giorno.
Tutti i santi giorni!

Evviva me!

Per festeggiare ho fatto un bell'ordine su Yoox (saldi, of course) e mi sono presa, tra le altre cose, un vestitino color ottanio, che conto di mettere a Natale!
Ho preso anche una gonna, con la fusciacca color ottanio (non metto gonne da una vita! Mio marito teme che gli alieni mi abbiano scambiata nottetempo), e un maglioncino... indovinate il colore!

L'ottanio è uno dei colori che mi sta meglio.
Ho fatto una approfondita ricerca nel merito (soprattutto grazie al libro "Più bella con i tuoi colori" di Cinzia Felicetti) e evito tutto quello che mi fa assumere quell'ignobile e deprimente tinta verdognola cadavere.
I MIEI colori sono l'ottanio (appunto), il bordeaux, il viola e pochi altri.
Sappiate che io non l'avevo capito fino al 2009.

Se pensate di avere lo stesso problema, iniziare col fare una prima cernita nel guardaroba e tenere solo quello che ci dona davvero è abbastanza semplice.
Con un asciugamano in testa (neutro) a mo' di turbante, vi mettete davanti allo specchio (che prenda l'intera persona) e vi provate (o solo appoggiate davanti) tutto.
Il colore "giusto" vi fa stare subito meglio; vi sentirete più fighe, la pelle risulterà più luminosa, il viso diventerà subito più rilassato. E' una verità assoluta, provare per credere.
Tutto il resto è fuffa. Buttatelo via.
Ah, parlo di "pezzi sopra", naturalmente. Pantaloni e gonne sono un altro discorso, perché comunque sono "staccati" dal viso.
Io adesso ve l'ho messa giù un po' banalmente, il libro è molto dettagliato in tal senso e  interessante. Ve lo consiglio!

Detto questo, resta un grossissimo problema far capire questa assoluta (mia) verità alle commesse che ti rispondono "ma quest'anno NON VA il bordeaux"; ecco, mi dispiace, ma a me poco importa se "va" o "non va", io compro solo se mi sta bene addosso altrimenti nisba.
Urge aprire a tale proposito una piccola parentesi (nella grande parentesi).
Forse non vi ho mai detto che una delle cose che io detesto con tutto il cuore è quella di andare a comprare capi di abbigliamento in giro per negozi e non solo per me, anche per gli altri.
Piuttosto mi faccio fare una cura canalare. Giuro!
Quindi, tornando all'inizio del discorso (pant pant), comprare online su Yoox per come sono fatta io (male)  è il massimo come rapporto qualità/prezzo/completa assenza di ansie.
Mi è successo solo una volta di restituire un articolo (un paio di scarpe) e non ho avuto nessun problema con il reso.

§§§

Ora che agosto, appunto, sta per finire, mi è capitato di leggere, girellando tra i blog, che molti considerano settembre come il vero inizio dell'anno.

Io per adesso no, forse perché Edoardo non ha ancora iniziato a frequentare la Scuola... però cerco di adeguarmi un pochino e vi mostro un po' di cose che dovrei riuscire a fare nei prossimi mesi autunnali e invernali.
Forse.

Mi sono portata a casa dall'ufficio questo mega catalogo di parquette, un raccoglitore di campioni di pavimenti di gomma e altre cose non bene identificate che i colleghi che hanno seguito i lavori mi hanno gentilmente donato (grazie!).


Va da sé che appena scaricati dalla macchina, dopo averli fotografati, ho dovuto nasconderli in un luogo non accessibile a vista, udito e olfatto di mio marito che mi accusa (chissà poi perché) di portare sempre a casa "strafanti".

Non ho la minima idea di cosa farci... o meglio, il supporto dei campioni di parquette potrebbe diventare un teatrino. Potrebbe.


Una volta staccati completamente i pezzi di legno (mi inventerò qualcosa per recuperarli!), mi resta questa bella struttura di cartone pesante e richiudibile  a valigetta. Con tanto di maniglia!

 
Il campionario di pavimentazione per scuole e palestre si è rivelato davvero una gradita sorpresa!
Chissà se riuscirò a tagliare queste piastrelline con le fustelle della Big Shot?





Mi verrà in mente qualcosa anche in questo caso. Spero.

In ogni modo è sempre meglio tenerli a portata di mano, così come questi blocchetti di pavimentazione per i parchi giochi. Edoardo li ha trovati molto interessanti!


Ogni consiglio è bene accetto.

Un altro progetto riguarda la sistemazione di  tre sedie.
Sono mooooolto rovinate ma io non le voglio buttare (indovinate quali sono le intenzioni di mio marito?).

Tenete conto che questa in foto è quella presa meglio e non aggiungo altro!


Queste si aggiungono all'elenco delle "tante cose da fare e così poco tempo" che al suo attivo già detiene:
- Le cassette in legno della grappa;


- Il cestino in legno che ospitava le mele arrivate dal Trentino;


- Le cassettine delle fragole (tipo questa qua).


Sono molto poco fiduciosa in tal senso.

§§§

Ecco un piccolo anticipo sui tutorial che prossimamente avrete modo di vedere su questi schermi.



Noto che moltissime visite mi arrivano attraverso la ricerca di "cartamodelli Barbie" o "abiti Barbie" o comunque "Barbie", quindi ho deciso di iniziare con qualcosa di semplice per venire incontro alle mie affezionate lettrici appassionate di miniature e fashion dolls.

Confezionerò delle borsette e vi dico da subito che saranno almeno tre (una da sera, come quella della foto, una sportiva e una sacca per il mare) e verranno messe in palio per il giveaway che organizzerò al raggiungimento dei trecento followers.
Quindi, se vi piace l'idea, iscrivetevi numerose!

§§§

Vi ricordate del "libro viaggiante"?

Non ci crederete, quando iniziavo a disperare e già provvedevo ad inserirlo nel carrello di Amazon (dove se ne trova disponbibile solo UNO), il libro è saltato fuori.

Vi fornisco quindi qui di seguito l'ennesima dimostrazione della mia cialtronaggine... se ancora avevate dubbi in proposito: nel periodo antecedente le vacanze l'asse da stiro stazionava in pianta stabile in soggiorno (ormai per mio marito era divenuta uno scrittoio) e il libro era scivolato dentro il cesto della biancheria  che con il succedersi delle lavatrici e la mia pessima abitudine del mettere "sempre sopra" non ero mai riuscita a smaltire... non che ci sia riuscita ora, ma stavo cercando delle magliette di Edoardo che non trovavo ed eccolo là!

Bene, ora lo posso finalmente leggere e poi liberare!

Ah.. ecco il segnalibro creato da Glen (grazie!).


e, a proposito di segnalibri, ecco quello che avevo realizzato con i Giotto Bebè per Valentina.


Per concludere ancora due cose...

Non è che mio sono dimenticata dell'Elefantino Edoardo... sto preparando il "passo a passo" e prossimamente ve lo mostrerò!
Giusto in tempo per i regali di Natale!

Il mio, invece, di Edoardo ogni giorno mi regala un sasso!
Ha iniziato durante la sua prima escursione al Rifugio Fuciade e li cerca con attenzione in base a dei criteri che ignoro.
Sappiate che non tutti i sassi rientrano nei suoi gusti e non è che si accontenta del primo che capita, a meno che questo non si trovi inaspettatamente solo soletto su di una superficie che non prevederebbe la presenza di sassi. Allora assume un significato particolare e va raccolto.
Se sono "spocchi" li porta in bagno, prende lo sgabellino e li lava sotto il rubinetto.

Ne ho già un bel po' e li conservo in un vasetto. Edoardo è raggiante quando mi vede riporli.

Questo è il regalo di oggi. Me lo sono portato in ufficio e l'ho fotografato con lo smartphone per farvelo vedere.
Non è graziosissimo? Ci ho scritto anche la data.


Credo che sia pronto per imparare a dipingerli!
Ora non basta controllare solo le tasche del padre prima di fare una lavatrice...

22 commenti:

  1. wow..post lungo ma interessante..anche io con quelle piastrelline....:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono davvero davvero interessanti quelle piastrelline (le sto togliendo dal supporto)

      Elimina
  2. che bel post quante cose. Allora la sedia è quel gener formica anni 70 a Milano c'è una pizzeria dove si va ogni tanto che è tutta arredata così, le sedie sono una diversa dall'altra.
    Hai fatto benone a recuperare i campionari perchè con la tua fantasia/abilità di certo uscirà qualcosa di sorprendente e bello. Sui colori una volta sono stata ad una dimostrazione proprio sui colori che ci stanno meglio al viso, appoggiavano delle pezze magari simili ma una sfumatura es. di azzurro calda e l'altra fredda, a me disse "lei è un tipo lady Diana!"" seeeeeeeeee non sai quanto gongolai, comunque è vero i colori che ci sbattono vanno eliminati e chissene della moda.
    Bene cara ti auguro un buon proseguimento di tutto, anche nel collezionare sassi
    e
    tadaaaaaaaaaaaaaaa l'ho lasciato per ultimo
    SUPER SUPER SUPER COMPLIMENTI PER I KG PERSI sono felicissima per te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le sedie sono proprio quelle!

      Spero ardentemente che ne esca qualcosa di buono da quei campionari. In ogni modo Edoardo ci si diverte parecchio!

      Grazie per i complimenti!

      Elimina
  3. Che bel post! Sei simpaticissima.
    Avrei bisogno anche io di perdere giusti giusti sette chili, ma credo che non avrò la tua costanza e conseguente risultato.Mi sono vista nella tua stessa situazione di dover nascondere a vista, olfatto e udito quello che mi porto a casa o quello che mi portano le amiche per le cose che "sicuramente qualche cosa ci faccio" che sarebbero: piastrelline, un infinito numero di vasetti di omogenizzati, abiti smessi e addirittura trapunte ( servono per imbottire le borse) e tanto altro che non so più dove nascondere.
    Continuo a leggerti con molto piacere.
    Germana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora mi consolo, non sono l'unica che ha un marito che non apprezza il recupero creativo ^^ (io di vasetti di omogeneizzati ne ho ancora, conto di smaltirli quando Edoardo andrà all'asilo. Spero facciano dei mercatini!).

      Grazie per il commento!

      (per i chili.. è stata ed è duretta)

      Elimina
  4. Ma sei davvero grande!!!!!
    7 Kg sono un risultato fantastico, hai faticato, ma accidenti, sei stata davvero brava!

    Anche io avrei portato a casa quelle "cianfrusaglie", anche andandole a raccattare dalle immondizie :-)
    I colori sono molto stimolanti, sento già le mani che prudono, hi hi hi!

    I sassi di Edo, una meraviglia! Un bel vaso di vetro, i sassi con la data... sì sì, un bellissimo home decor :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In passato ho già raccattato dalle immondizie ^_^

      Per ora i sassi li porto in ufficio, vediamo a che numero arriveremo poi magari mi sa che dovrò davvero pensare a qualche utilizzo :D

      Elimina
  5. Le sedie sono come quelle della vecchia cucina dei miei genitori, ormai finite in cantina...
    Anch'io sono affascinata dai campionari, sono davvero intriganti e qualcosa ne uscirà senz'altro!

    RispondiElimina
  6. Ahahah siete proprio una bella famiglia!

    RispondiElimina
  7. Menomale che sono allergica al caffè e non faccio moke!!! ^_^ Hihihihihi.... Avevi ragione, post lunghino, ma non ci si annoia mai con te!!! ;)
    È la prima volta che invece di dire "sentite condoglianze" mi permetto di dire "COMPLIMENTI" per la perdita!!! ^_^ Hihihihihi.... Cioè, 7 kg!!!... Grandiosa!!! ;)
    Sapevo che avresti ritrovato il libro!!!... E posso assicurare a tutte che il segnalibro è molto più bello dal vivi che in foto!!!... La cosa ch mi piace di più è che si sente proprio il profumo dei pastelli che io ADORO!!! ^_^ GRAZIE!!!
    Belli i pezzetti del campionario, troverai sicuramente un degno impiego!
    Come per tutte le altre Meraviglie da "riciclare"!
    La cosa dei sassolini è curiosa, perché la facevo anch'io! O_o
    Sono andata avanti per qualche mese, poi ho smesso!...
    Mia madre si stava preoccupando, non fosse mai stato che a forza di portare sassi, si costruiva un'altra casa!!! ^_^
    Un bacione Sabrina, a presto!
    Ps aspetto altre chicche come la borsetta! ;)
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. be, se andrà avanti solo per qualche mese allora posso stare tranquilla ^^

      Grazie Vale, sei sempre tanto carina :D

      Elimina
  8. Che super post!! Quanto bel materiale, sono sicura che realizzerai delle stupende creazioni!
    Complimenti per la perdita di peso, bravissima, ciao!
    Carmen

    RispondiElimina
  9. Sei troppo simpatica! é sempre un piacere leggere i tuoi post! Anche io sono per il 'porta a casa, può sempre servire'! Adesso che ho fatto un super trasloco Italia- Perù ho dovuto buttare un sacco di cose ed è stato davvero difficile scegliere! Complimenti per i tuoi sette kg persi! Io invece di perderli li prendo! Assaggia qui, bevi lì... e vado a dormire sempre a pancia piena! e a detta di mio marito : russo!! Bellissimi anche i tuoi lavori! brava! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso pensare ad un trasloco dall'altra parte del mondo.
      Ci ho messo una vita a fare il mio quando mi sono sposata (15 km)

      Grazie Annamaria!

      Elimina
  10. Hai scritto parecchio, io non ci riuscirei mai, sono molto sbrigativa quando scrivo :-D
    Troppo carino Edoardo che ti regala i sassi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. all'inizio il blog doveva essere solo di immagini e poche righe.. come vedi ha cambiato notevolmente piega!

      Elimina
  11. Grandeeeee Sabriiiiii!!! 7 kg??? Di già? Come hai fatto???
    Sei sulla strada giusta! Complimenti davvero, bravissima!
    Che figo il sito di shopping, ci darò un'occhiata!
    'Mazza quanto hai scritto, però ho letto tutto, solo che al momento sono a corto di idee per il riciclo di tutto quel "Ben di Dio". Ci penso, eh?
    Ci sentiamo presto!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e pensa che la dottoressa era delusa. Avrebbero dovuto essere almeno 10 secondo lei.

      Mio marito ha detto "anche troppo!"

      sono un pochino lunghetti i miei post... eh si.
      Ma me ne rendo conto solo quando premo "pubblica" (le avvertenze le ho aggiunte dopo ^^)

      Elimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!