2 dicembre 2012

La Foto della Domenica - Dicembre/1

In questi ultimi giorni Edoardo è stato male.

Tralascio i dettagli, sappiate solo che il cambio di pannolino è stato molto frequente.

Passato il periodo "marrone" che lo ha debilitato abbastanza (anche se lui ha sempre continuato a mangiare, giocare, disobbedire impunemente) sono arrivati raffreddore e mal di gola. Evviva!

Alla fine mercoledì  lo abbiamo portato dal pediatra (sempre lui) con sommo entusiasmo del pargolo che si è avvinghiato al padre con la forza di 100 braccia, come la famosa impastatrice.

Speravo fiduciosa di arrivare alla visita dei tre anni senza intoppi. Che idiota, vero?

Calo un pietoso velo anche qua sui dettagli della visita... fatto sta che mentre gli abbassava la lingua il pediatra (che, vi ricordo, lo aveva visto a settembre) inorridito mi dice che il bambino ha tutta l'arcata storta e che il ciuccio va eliminato.

"Ma da quando?" Chiedo io.

"Da adesso!" Dice lui.

"..." Io

"Se lo toglie ora forse si sistemano le cose, se aspetta ancora di sicuro non si sistemeranno" Insiste.

"Ma, ma.. non si può fare un po' alla volta? Per gradi?" Chiedo io.

"No". Dice lui
"Lo metta in un posto dove non riuscirà a trovarlo mai più".

Questa ultima cosa era rivolta a me, non al Cipo. Evidentemente sanno che la mente criminale delle mamme tende a conservare le cose e non a buttarle.

Mio marito, da subito solidale con il medico (uomini!), mi dice che basta, non glielo diamo più e punto.

Io, invece,  mi domando se è il caso di spiegargli qualcosa.
Non voglio che Edoardo pensi di averlo perduto. E' tropo prezioso per lui e ci resterebbe male.

Sia mai che mi comincia a saltellare per la casa cercando il suo "tesssoro".

E passa la prima notte senza ciuccio.. devo dire che il raffreddore ci ha aiutati, visto che respira con la bocca, ciucciare e respirare contemporaneamente non è il massimo.

Il giorno dopo gli imbastisco su una storia che ha per protagonista la Fatina dei Denti e dei Ciucci, che ha portato via il Ciuccio e che in cambio gli farà avere un regalo stupendo se lui sarà bravo (ho pronto il playset della Casa di Topolino trovato in una specie di "fuori tutto" prima della ristrutturazione di un supermercato e pagato una stupidaggine, sennò costa un botto!). Ecco che se ne vanno in fumo tutte le mie idee sui "ricatti", "regali", "bimbi viziati".

Il risultato della favola di cui sopra è che lui allarga le manine e mi fa "Pùù?!?"

Ed io... "Pùù!".

Passa la seconda notte, e la terza.. e la quarta.

Non sta passando via liscia... che credete? Sarebbe troppo bello.

Durante la giornata è un po' isterico (tutto la madre, il ciuccio non c'entra, dice il papà. Non è vero perché anche oggi, svegliato dal pisolino, l'ho trovato che rumava tra le coperte).

Però ci stiamo provando.
Un giorno per volta!

Intanto io ho cercato, stanato e raccolto i "succedanei emotivi" e oggi  li ho nascosti (*)



Pùù..


(*) sono nel pensile alto della cucina.. quello di destra. Shhhhhh!

§§§

Con queste foto partecipo con tanto piacere alla raccolta di 
Foto della Domenica 


14 commenti:

  1. Mio figlio non usa il ciuccio, ma non potrei mai fargli una cosa del genere...Secondo me quello che dicono i medici va tarato, e molto! Sono medici, non profeti:-)
    Un bambino, che lo usa, investe sul cuccio tanta emotività...
    Io sto con Edoardo!
    :-)

    RispondiElimina
  2. Con la grande non ho avuto questo 'problema' perchè ogni volta che da quel 'coso' non scendeva latte (come faceva invece il mio seno.. ;-)) ) volava in ogni dove!!
    Con il piccolo invece il discorso ciuccio si è 'aperto' però non amo vedere quei bambini che tutto il giorno stanno lì con il ciuccio in bocca così durante il giorno spariva, per riapparire magicamente quando era l'ora di andare a letto e anche li, appena si era addormentato lo mettevo nel bordo del letto e a volte il sonno era maggiore alla voglia di trovarlo....
    Poi un bel giorno gli ho detto: Che ne dici di buttare il ciuccio, tanto non ti serve più!!' e detto-fatto lo ha buttato nel secchio!!! Immagina.... Troppo bello per essere vero...
    L'ho prontamente ripreso, lavato, sterilizzato e..... nascosto!!! Per la serie 'in caso d'incendio rompere il vetro' e riprendere il ciuccio!!!
    All'ora della nanna lo cercava gli ho spiegato che ormai l'aveva buttato via e il camion della spazzatura aveva portato via tutto. Dopo qualche mugolio e qualche tempo in più per addormantarsi è finito tutto lì con mia grandissima gioia!!
    Tutto questo a 2 anni e mezzo!!
    Il ciuccio è importante in alcune fasi della loro crescita ma, lo ribadisco ogni volta, l'istinto della mamma (non del papà.. ;-)) )
    non sbaglia mai!!!
    Un bacione grande ad Edoardo e a te!!
    Kissssssssssss

    RispondiElimina
  3. I miei figli hanno usato entrambi il ciccio, di giorno da piccoli piccoli, solo di notte dai due anni in su fino circa ai 3 e mezzo.
    Anna ha lasciato i ciucci a Pippi Calzelunghe in Svezia, lì hanno l'albero dei ciucci dove vengono appesi montagne e montagne di questi oggetti (immagino che periodicamente vengano rimossi, altrimenti poveri alberi).
    Anche a me è sempre stata rifilata la storia dei denti, ma ti dirò che alla fine Anna ha una bocca perfetta e comunque finchè hanno i denti da latte è presto per fare supposizioni, la bocca è in continua evoluzione.
    Povero Edo :-(
    Certo che quel dottore sa come farsi odiare (da piccoli pazienti e madri dei piccoli pazienti)

    RispondiElimina
  4. Ciao,
    grazie per la visita!
    Auguri per il ciuccio... mia figlia purtroppo invece ciucciava il dito e a 16 anni la becco che lo fa ancora! Apparecchio fisso sotto e sopra per i prossimi 2 anni e 6000 euro di spesa. Ma non è stata colpa del ciucciare. E' genetica (e anche sfiga), lo ha ammesso anche l'ortodontista.

    RispondiElimina
  5. Anche io ho fatto come te per togliere il ciuccio al primogenito. Gliel'ho spiegato e fatto sparire: l'ha sostitito con una pezza che usava insieme al ciuccio strofinadosi un laccetto sotto il naso.
    La seconda, che è mia figlia (anche io ho ciucciato il dito fino a enne anni finché non mi hanno spaventato a morte!), usa il dito e quello non si toglie ;D!
    Felice di aver conosciuto il tuo blog: è carinissimo :D!

    RispondiElimina
  6. Rieccomi con questo premietto per il tuo blog http://ipasticcidiminu.blogspot.it/2012/12/blog-post.html:) un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ciao, mi piace tanto il tuo blog e ho deciso di assegnagli un premio passa da me http://www.dolcidasogno.com/2012/12/un-altro-premio.html
    A presto ;)

    RispondiElimina
  8. ciao, complimentoni per il blog e per la tua dolcezza nell'essere mamma. ma sappi, e ti parlo con esperienza (una figlia di 23 anni e una di 7) che l'importante è la fermezza, che non vuol dire cattiveria, ma è fondamentale non farsi mai scoprire titubanti dai nostri bimbi, perchè gli mancherà la sicurezza, il punto fermo. dobbiamo sempre ricordarci che noi siamo il loro appiglio, il loro albero maestro e se l'albero maestro traballa, la barca va giù.
    bacioni e continua così, Virgi

    RispondiElimina
  9. Ciao! Ho il piacere di conoscere il tuo blog grazie all'iniziativa di kreattiva, mi unisco ai tuoi follower! ti aspetto da me se ti va :-)
    http://nailartbyrachele.blogspot.it/

    p.s. ho letto con tanto piacere il tuo post, sei molto dolce!

    RispondiElimina
  10. Ti ho conosciuta grazie all'iniziativa Kreattiva e ora ti seguo!
    Se ti va passa da me :)
    http://crisgabrisa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  11. Hihihi, sapevo che non li avresti gettati via... pero' la storia della fatina dei ciucci funziona!

    Io l'ho usata con la bimba che seguivo a Londra quando ero una ragazza alla pari e anche con lei ha funzionato.

    Ma alla fine il playset glielo hai dato al tuo piccolino?

    Complimenti mammina, lascia perdere il pediatra crudele!
    bacioni,
    Alex

    RispondiElimina
  12. io penso che occorra trovare una soluzione a ogni problema che si manifesta e ti faccio i complimenti perché tu ti sei sforzata di cercarla e l'hai trovata! :)

    RispondiElimina
  13. Mamma mia, quanti commenti!

    Grazie a tutti tuttissimi!

    Rispondo con un unico messaggio.. sperando di non dimenticare nessuno.

    @ ArteMamma: hai perfettamente ragione, ma devo spezzare una lancia a favore del pediatra. L'arcata è effettivamente storta ed anche la dottoressa che lo segue privatamente a settembre mi aveva detto che bisognava toglierlo. Con lei avevamo raggiunto l'accordo che il ciuccio "saltava fuori" solo per la nanna... e così ho fatto. Però poi ci si metteva di mezzo anche la nonna, e i miei buoni propositi andavano un po' a farsi benedire quando stava a casa sua.

    Comunque le cose vanno decisamente meglio... considera che (e questo da subito) per dormire la notte non ha battuto ciglio.

    @ Betta: Edoardo ha 20 mesi, ma se da un lato capisce benissimo certe cose, dall'altro fa fatica su altre. Di certo sono io che mi esprimo male nei confronti di un bambino così piccolo.
    Quando gli dicevo se voleva "buttare via" il ciuccio lui rispondeva di si, lo lanciava.. ai suoi piedi, per poi riprenderlo più veloce della luce. Mi guardava e rideva come un matto.

    Francamente visto che le cose stanno andando meglio sono anche contenta di averlo tolto.

    Per darvi un'idea: i due denti davanti erano talmente inclinato da sembrare di misure diverse. Inizialmente avevo l'impressione che uno dei due dovesse ancora crescere del tutto.. poi mi sono resa conto che è proprio la gengiva ad essere inclinata. E questo perchè tiene (teneva) il ciuccio solo da un lato. Infatti i suoi ciuccetti sono tutti storti.
    Quando era piccino non ha mai voluto tenerlo tanto, è solo quando ha iniziato a mettere i denti che si è messo a ciucciare come se non ci fosse un domani e durante quelle notti io non riuscivo a chiudere occhio.. ogni volta che lo perdeva si svegliava (non era ancora capace di trovarlo da solo)

    @ Chiara: che bella questa cosa di Pippi! Non la sapevo!
    (si, quel dottore è particolarmente gradito!).

    @ La Solita: il mio timore più grande è proprio quello che "scopra" il dito...
    Grazie a te per il messaggio ^^

    @ Mina: grazie ancora, sono già passata a trovarti :D

    @ Cinzia: grazie mille anche a te. Ti ho lasciato un commento.

    @ Virgi: grazie di cuore per i complimenti.
    Io cerco di essere ferma.. ma è molto difficile.
    Un bacione anche a te e grazie. Appena posso passo a trovarti ^^

    @ Alex: allora.. la fatina dei Denti e dei Ciucci ieri ha trovato San Nicolò (che è il patrono del mio paese di origine) e insieme hanno fatto un regalone (la Casa di Topolino, appunto) che è stato particolarmente apprezzato!
    Anche se stamattina quando ho chiesto "chi ha portato Topolino" Edo ha risposto "mamma!".
    Vabbè.. è ancora piccino!

    @ Linee Curve: ma grazie, che bel commento!
    Appena ho un minuto passo anche da te!

    @ Rachele
    @ crisgabrisa
    Grazie di cuore anche a voi ragazze! Passo a trovarvi quanto prima!

    e grazie ancora a tutte per le bellissime parole!

    RispondiElimina
  14. Guarda io il ciuccio non l'ho mai voluto, mio fratello invece si, il suo distacco è stato traumatico ma veloce, lui l'ha lanciato fuori dal finestrino del treno e mia madre ha preso la palla al balzo raccontandogli che il ciuccio è 'volato' con gli uccellini e che non sarebbe più tornato. Fine della storia e niente pianti. Che fortuna eh! baci Kri

    RispondiElimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!