25 luglio 2016

Si, viaggiare (12 Tag 2016 - Luglio)

Per coloro che si stessero chiedendo come mai partecipo ancora al progetto delle 12 Tag la risposta è presto detta:
non lo so.

A questo punto metto subito le mani avanti dicendo che ripongo le mie speranze in quella di agosto. La scoprirò durante le vacanze e che il Cielo me la mandi buona (statisticamente dovrà pur uscire qualche cosa che ho anche io!).

Ecco, questo è il giro di boa. Vi rimando al post originale; le tecniche remixate questo mese sono state Watercolor Resist e Layered Words, entrambe del 2015.

calerò subito un pietoso velo sul fatto che non ho fustelline con l'alfabeto. E nemmeno credo che succederà a breve (conto molto sulle risorse di Babbo Natale) e quindi ho ripiegato su di una Movers & Shapers che personalmente mi piace un sacco (Wish - #657078).

A proposito di Natale questa fustellina magnetica (insieme ad altre sue compagne) mi sarà molto utile per un progetto del quale vi parlerò a novembre, prima voglio essere sicura di farcela.
E visti i chiari di luna di questi ultimi periodi...

Per tagliare i bordi superiore ed inferiore del foglietto ho utilizzato un'altra fustella che mi piace moltissimo. Si tratta di una On the Edge (Torn Notebook - #658555). 

Le stelline sono delle micro paillettes che possiedo da circa 30 anni; non ho idea di quale fosse il loro uso e tanto meno da dove siano arrivate. È finalmente giunto anche il loro momento (perché le stelline, quelle dell'originale, mica le avevo. E cosa ve lo dico a fare?).

Il timbro far parte di una bellissima serie di 4 (Schoolhouse Mini Blueprints) ed è stato colorato con i pastelli acquerellabili Caran d'Ache (ehm) mentre per lo sfondo ho utilizzato un Gelatos Metallic.
L'inchiostro usato per la timbrata è lo StazOn nero che non si sbrodola con l'acqua.
I bordi sono invece sporcati con il Distress Walnut Stain e l'effetto vintage è stato ottenuto anche grazie al timbro Spills and Splatters (Stampers Anonymous) e al Distress Marker Spritzer che comunque funziona alla grande anche con altri pennarelli (io ho provato con gli Staedtler presi al Lidl e va che è una figata al cubo).
Di Distress Markers ne ho tre di numero e nessuno dei colori che possiedo era adatto. Ovvio.


Con una seconda fustellina magnetica Movers & Shapers (Mini Airplane & Cloud - #660238) ho tagliato un piccolo aeroplano dopo aver rivestito il cartoncino con della pellicola per alimenti prima stropicciata e poi nuovamente distesa.

La Tag nel suo insieme non mi dispiace anche se mi pare un po' spoglia; forse la mancanza di qualche elemento in rilievo mi disturba un pochino.
O forse è il senso di imbarazzo nel presentare un progetto che nulla ha a che vedere con l'originale.

Ma ripongo sempre le mie speranze nel lavoro del mese seguente... male che vada a dicembre dovrei aver acquisito un po' di pratica.

Grazie per la pazienza che state portando nel leggere i miei vaneggiamenti.

°§°
 
 12 Tag 2016

°§°
Partecipo inoltre a
Simon Says Stamp Wednesday Challenge Blog
°§°

18 commenti:

  1. Io trovo ognuna di queste tag speciali! Ma questa ancora di piu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sonia :-)
      Lo scorso mese ho utilizzato uno dei timbri che mi hai mandato... e ora la Movers Wish. Te la ricordi?

      Elimina
  2. Viva Tim Holtz che ci permette di utilizzare l'impensabile, di spremere le nostre meningi creative e creare simili gioielli! Mi piace moltissimo l'aereo stropicciato e trovo che la tag nell'insieme sia allegra ed equilibrata, well done! Buone vacanze e vedremo la sorpresa agostana :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura <3
      Nel frattempo la "sorpresa agostana" è uscita.
      Ho qualcosa che mi frulla in mente, poi ovviamente si stravolgerà nella pratica ^_^

      Elimina
  3. hello! wow, this is awesoem, luv the globe and your picture staging is FAB! I am so glad you played along with us at simon says stamp wednesday challenge!

    blog-paperie blooms
    ig-2klines

    sparkle & shine, kindness *~*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you for your lovely comment Teresa ^_^
      It was a pleasure for me to join the Challenge <3

      Elimina
  4. Non ti ho seguito in questa impresa/iniziativa delle tag, ma quello che mostri mi piace e anche se fuori contesto rimane pur sempre una bella tag ^-^
    Un caro saluto Sabrina. Ad agosto magari riuscirò ad essere più presente ;)
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina :)
      Sono lieta che ti piaccia.
      Spero che mi riescano bene quelle di Natale che ho in mente di realizzare (lo so che sembra presto pensarci ora, ma io mi conosco).

      Elimina
  5. Secondo me è bellissima e per niente spoglia. Less is more. Io ci credo.
    Brava.
    Baci da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Lea.
      Baci
      <3 <3 <3

      Elimina
  6. A me piace....tantissimo. Secondo me è anche elegante...non mi piacciono le cose troppo piene.
    Bravissima
    Lucia ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te Lucia <3 <3 <3

      (nemmeno a me piacciono le cose troppo piene, quando è un "pieno" che non c'entra, però certi progetti ricchi di dettagli che ci perdi le ore a guardarli.. che ti devo dire? Io li adoro)

      Elimina
  7. Davvero bella!!! Brava! Le tue stelline mi hanno ricordato delle boccettine di vetro con perline e stelline che prendevo al mare per fare braccialetti i e collanine, forse più di 30 anni fa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai che io non ricordo assolutamente da dove arrivino le mie...? E la cosa mi preoccupa un po'.
      So che mi hanno accompagnata in 2 traslochi e ne ho ancora :)
      (Grazie! Sono felice che ti piaccia!)

      Elimina
  8. ora, va bèh, che non siamo mai contente, va béh che l'originale ha tutto, e di più, di materiale ed ovviamente crea con ciò che ha..., va béh tutto quello che vuoi e ci sta... ma posso dire una cosa, sinceramente? a me piace la tua perché è fatta spremendosi le meningi ed utilizzando, al meglio, le risorse anche di riciclo... quindi... bravissima Sabri! di cuore!
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, hai ragione!
      Dovrei essere consapevole del fatto che non potrò mai avere tutto e in effetti mentre la confeziono trovo anche divertente l'arabattarmi con quello che ho a casa.
      È quando la pubblico che il confronto mi demoralizza un pochetto.
      Ma cercherò di accontentarmi :)
      Intanto grazie, grazie di cuore!

      Elimina
    2. non devi accontentarti!!! devi esserne fiera!!! è questa la differenza ;)
      :*

      Elimina
    3. sai che hai ragione?
      devo lavorare su questo aspetto del mio carattere!
      Grazie <3

      Elimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!