11 luglio 2014

Mocaccino (o Mokaccino?) (52 WP - 27/52)

Buon venerdì Donne!

Grazie di cuore per tutti i commenti e benvenute alle nuove iscritte.
Nel fine settimana passo a trovarvi!
Promesso.

Voglio condividere con voi un ricordo.

Ci sono delle cose che appena le vedo mi riportano alla mente degli episodi della mia vita (belli o brutti).

Oggi vi parlerò di un momento bello (che culo fortuna!).

Ieri La Lettrice Rampante ha pubblicato la recensione del nuovo libro di Fannie Flagg. Naturalmente l'ho subito ringraziata perché non sapevo dell'uscita e la cosa mi ha reso davvero felice.

Amo Fannie Flagg. Ho letto tutto il leggibile e non mi stancherò mai di rileggerlo.
Amo i suoi personaggi, il modo in cui scrive; la maniera di raccontare le donne e farle diventare straordinarie nel quotidiano.

Ma oggi non vi parlerò di Fannie Flagg.

Nel suo post Elisa cita "Miss Alabama e la casa dei sogni".
Non ha avuto critiche molto positive quel romanzo eppure io lo ho adorato perché mi ha accompagnata per un po' nel corso della mia gravidanza.

Quando rivedo la copertina, quando rileggo alcuni brani, quando rientro nella vita dei personaggi, rivedo me stessa che si accarezza la pancia per sentire "se lui si muove" o che cerca il battito con il "Cuore di Bimbo" (il migliore acquisto della mia vita!).

E rivivo il sollievo di sentire un calcio (che a volte mi toglieva il fiato) o del trovare il cuoricino che palpitava forte e mi faceva provare talmente tanta commozione che anche ora che lo scrivo mi viene il magone.
Credo che sia normale, visto che era la mia quarta gravidanza e le prime tre si erano concluse male.
Se non è normale lasciatemelo comunque credere.

Leggere il post mi ha fatto ritornare alla mente tante circostanze e aneddoti e anche un grande "classico" di quei miei giorni.
Il Mocaccino.

Lo ordinavo in quelle rare occasioni in cui andavo al bar e poi avevo preso l'abitudine di farlo a casa così quando mi venivano a trovare lo offrivo come golosa variante al semplice caffè!

Tutto ad un tratto ho smesso. Non lo so come mai ma non bevevo più il Moccaccino da circa tre anni.

Oggi, prima di arrivare a casa ho fatto una rapida spesa e quando ho visto la cioccolata liquida non ci ho pensato nemmeno un secondo!


Prepararlo è davvero semplicissimo.

Bicchierino o tazzina alta di vetro (che così si vedono gli strati).
Fondo di salsa al cioccolato (oppure alla nocciola). Un dito.
Caffè nero bollente. Io uso la MiniMe,  ma anche quello della classica moka va benissimo.
Panna montata.

Poi va a gusti; ci si possono mettere sopra le goccioline di cioccolato (io avevo quelle), un giro di salsa di cioccolato, delle mini meringhette o dei mini amaretti. O anche una spolverata di cacao amaro.

Non serve zuccherare!

E voi lo avete mai provato?
Vi piace?


52 Week Project 2014

34 commenti:

  1. ciao! sembrerebbe delizioso..come lo prepari?? buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katia!
      Fidati, E' delizioso.
      Ora aggiorno il post con la modalità di preparazione ;)

      Elimina
  2. Adoro il moccaccino con o senza K ...ed anche Fannie Flagg!!
    Ciao e buon w.end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero che sono entrambi fantastici?!?
      Buon fine settimana anche a te Carmen!

      Elimina
  3. Nn l'ho mai bevuto...e ora lo bramo!!!!bellissimo post..e w fannie ...
    Towanda ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TOWANDA!

      (anche se il mio preferito è "Pane Cose e Cappuccino..")

      Elimina
  4. Credo di non averlo mai provato....è così invitante!

    RispondiElimina
  5. Qui non lo fanno! Non si trova neanche un cappuccino decente! :-(
    È super invitante! Ricettina???? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto a Katia, ora aggiorno il post.
      E' semplicissima :D

      Elimina
  6. Buono il Mokaccino! Dopo tanti anni all'estero sarei una folle se non mi fossi fatta tentare qualche volta. Sia nello UK che in Irlanda il caffe' espresso faceva schifo, ma schifo davvero, quindi piu' di una volta mi sono fatta attrarre da queste golosita' che con un'aggiunta di caramello di qui e una di panna di li, senza accorgertene te le facevano pagare anche 5 o 6 euro {ma li' era normale!}.

    Ti ringrazio per questo tuo post e per aver condiviso con noi le tue emozioni. Io almeno, mi sento sempre toccata dalle tue parole, ma perche' non scrivi un libro? altro che Fannie Flagg, io scritto da te lo comprerei subito!

    Ti abbraccio forte peperina mia, Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ringrazio te Alex!

      Perchè non scrivo un libro?
      Ma perchè non ho niente da raccontare ^^

      Quindi leggo i libri che scrivono gli altri!

      Elimina
  7. Mai fatto, anche perché di partenza non mi piace il caffè. Però offrire una cosa così è davvero d'effetto 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece lo adoro... senza non saprei stare :)
      fa conto che diventa un cappuccino ^^

      Elimina
  8. Leggere i tuoi post ci piace sempre tanto e ci fa sempre tanto bene! <3
    PS : In tutta onestà l'abbinamento cioccolata-caffè non ci fa impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io sono davvero felice di sapere che vi fanno questo effetto!

      (a me si, pocket coffee docet!)

      Elimina
  9. Io andavo di caffè marocchino (non mokaccino) in un'era geologica passata e non l'ho nemmeno più bevuto da allora...poi sono stata folgorata sulla via per Damasco da un altro tipo di caffè e forse sì, come nel tuo caso, ogni epoca è scandita da un tipo di caffè diverso che evoca ricordi...è bello però questo tuo rivivere i libri in maniera intensamente personale...Ammetto la mia ignoranza per buona parte della letteratura corrente e passata, ma anche in questo...si va a fasi (stasera superluna a proposito di fasi e qui è stranuvolo!). Buona continuazione! Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi succede con tutti sai?
      Però ricordo esattamente la giornata in cui ho preso in mano per la prima volta Il Signore degli Anelli.
      Avevo 12 anni.

      Anche qui supernuvole... la superluna vista solo in fotografia!

      Grazie Daniela!

      Elimina
  10. A Torino abbiamo il bicerin, che nella sua versione originale (e quindi analcolica!) ricorda molto il mocaccino, una vera golosità!
    Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi con noi, parlando della tua gravidanza mi hai fatto venire le lacrime agli occhi perchè mi hai fatto rivere paure e speranze passate da poco!

    Dimenticavo: complimenti per il blog, sono una tua nuova follower!
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Alessandra e benvenuta.
      Ho già sbirciato nel tuo blog!

      Elimina
  11. Ciao Sabrina, leggo questo post solo oggi che è lunedì. Ma forse meglio così perché per iniziare la settimana non c'è niente di meglio che un caffè goloso.
    Hai condiviso qualcosa di molto personale, in modo estremamente dolce: lo sai, non è da tutti...
    Adesso vado a farmi un cappuccino (mi devo accontentare, visto che la mia dieta senza cioccolata deve andare avanti...) e mi rimetto al lavoro :)
    Buona giornata e buon inizio settimana. Ci sentiamo più tardi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia.
      Mi fai arrossire <3

      (certo che deve andare avanti la tua dieta! La prossima settimana niente cioccolato, prometto)

      Elimina
  12. Oddio, ma non eri tu che consigliavi di stare a dieta traditrice? ;)
    Sabrina se hai intenzione di aprire su Etsy avvertimi perché tramite invito puoi avere 60 inserzioni gratis!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo, ma ora sono in mantenimento (qualche sgarro ci sta!).

      Ti ho scritto una mail dove ti racconto i miei dubbi amletici.

      Elimina
  13. Anche a me il mokaccino porta bei ricordi!!! Fatto con la nutella... Ma in gravidanza e allattamento eliminata completamente la caffeina!!! Che fatica! ... Mi hai fatto venir voglia di leggere, non la conosco cosa mi consigli per iniziare? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il più noto è "Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop" (dal quale è stato tratto il quasi omonimo film).

      I miei preferiti (oltre a quello che ho citato e per le ragioni che ho detto) sono "Pane cose e cappuccino dal fornaio di Elmwood Springs" e "In piedi sull'arcobaleno".

      Anche "Torta al caramello in paradiso" è molto divertente!

      Io ho iniziato con "Pomodori verdi fritti" e non mi sono più fermata!

      Per dirti, ho anche il libro di ricette "The Original Whistle Stop Cafe Cookbook"!

      Elimina
    2. Mi piacciono tutti questi titoli mangerecci!!! Cercherò ... Grazie!!

      Elimina
    3. Mi raccomando, poi fammi sapere!

      Elimina
  14. Ma quanto è bello quel piattino!! C'è anche la tazzina coordinata, oppure è abbinato al bicchierino? Me vuole *____*

    Comunque io amo-adoro-venero il Mokaccino, però evito di farlo spesso (mi tengo sull'1 o 2 al mese) perché altrimenti comincio a farmelo tutti i giorni e non è il caso :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e benvenuta Mokaccino addicted!

      Il piattino (con la sua tazzina che è beige) era un "omaggio" del Mulino Bianco.
      Di qualche stagione fa in effetti!

      (anche io lo faccio di rado, altrimenti se entro nel tunnel è finita!)

      Elimina
  15. Mi piacciono troppo i tuoi post così "pieni" che partono da un concetto e arrivano a parlare di tutt'altro, sempre brava.
    Il tuo mokaccino fa gola solo a vederlo.
    Ovviamente TOWANDA!!!! Io adoro Fannie Flag!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evviva! Sono felice che piaccia anche a te.
      Formiamo un club ;D

      Grazie per quello che mi hai scritto sui post. Ne sono molto felice!

      Elimina
  16. Anonimo23:27

    mi piace tantissimo leggerti...sei molto simpatica! ciao. Daniela

    RispondiElimina
  17. Anonimo23:31

    io molte cose del pc non le capisco...dove c'è scritto commenta come: Account Goog ho scelto anonimo perchè non capisco le altre diciture, come bisogna fare? forse perchè non ho un blog? comunque sono su fb Daniela Moi ciao

    RispondiElimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!