10 marzo 2014

Il Dolce Forno - Dolce al Cioccolato (52 Week Project - 10/52)

La scorsa settimana vi ho raccontato di uno dei giochi che ho preferito nel corso della mia infanzia, oggi vi dimostro che non solo funziona ancora alla grande ma anche che i risultati sono veramente notevoli!

Come tutti ben sanno, il Dolce Forno Harbert era un fornetto (appunto) che grazie a due lampadine ad incandescenza cuoceva DAVVERO i dolcetti.

Abbiamo già avuto modo di parlare della pubblicità presente su Topolino; abbastanza fuorviante in effetti visto che in foto c'erano anche i biscotti (Doria, credo) e i popcorn!

Immagine tratta da Dimenticatoio

La confezione conteneva il ricettario, un piccolo mattarello (o matterello) di legno, una ciotola di plastica, una paletta, un dosatore e tre stampi per dolci.
La mia, che come vi ho già raccontato ho avuto la fortuna di acquistare su Ebay nel 2003, ha smarrito il dosatore ma non è un grande problema visto che l'unità che viene utilizzata in tutte le ricette è il "misurino" e quindi basta adoperare un cucchiaino o un bicchierino.


La ricetta è semplicissima, non scordiamoci che si tratta di un giocattolo (che oggi sarebbe assolutamente fuori legge).

Utilizzando il cucchiaino da tè come dosatore ho ottenuto l'impasto per riempire due stampini.


Ho fatto cuocere per il tempo previsto (15 minuti ciascuno. Non oso pensare a quanto hanno inciso sulla bolletta della luce!).


E poi eccola qua.
La nostra tortina al cioccolato.
Ovviamente il lievito è bandito. Sarebbe impossibile estrarre il dolcino dal forno una volta cotto!
E per farne di più alti?
Bisogna sovrapporre l'una sull'altra le tortine cotte singolarmente.


Però si presenta bene e l'odore è proprio buono.
Qui l'effetto madeleine è assicurato.


Una spolverizzata di zucchero a velo...


... e gnam!
Come sono?
Come le ricordavo... l'uovo predomina su tutto!
Ma vuoi mettere la soddisfazione?


°§*§°

Partecipo con piacere a

52 Week Project 2014

Tanto per cambiare sono indietro con visite e commenti, ma voi mi conoscete e lo sapete che prima o poi passo da tutte!
Buon inizio di settimana!

25 commenti:

  1. Voglio venire a casa tuaaaa a giocare col dolce fornoooooooo

    RispondiElimina
  2. Ma che forte... Anche io da piccola sognavo questo fornetto :-)

    RispondiElimina
  3. Che bel risultato! E sembrano anche buone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo mangiabili... troppo uovo secondo me.
      Devo provare a modificare le dosi.

      Elimina
  4. Dì la verità, ti piace tornare bambina :))

    RispondiElimina
  5. Ecco svelato cosa hai preparato con il dolce forno!!!
    Quanto avrei voluto prepararlo insieme e tornare bimba anche io!!!
    Bacioni!
    Sharon

    RispondiElimina
  6. Il mio mitico Dolce Forno '80 rosso... che bei ricordi!!! Forse ce l'ho ancora, sepolto in cantina... E vuoi mettere la soddisfazione, a quell'epoca, di aver sfornato un dolce come i "grandi"? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh.. questo però è degli anni '70.
      Non so se c'è qualche differenza? Forse nel ricettario.

      Una soddisfazione davvero impagabile!

      Elimina
  7. Non sai quante merende di bambina mi sono cucinata con il dolce forno!!! Anche il mio era rosso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un gioco molto divertente, vero?

      Elimina
  8. no vabbè... ti sei messa davvero a giocarci!!! ihihhh sei mitica!!!
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
  9. hahahahahahahhahahahhaha... sei uno spettacolo!!!! E mi hai fatto tornare bambina!!! Ce l'avevo anch'io!!!! E forse, da qualche parte... in solaio o nella cantina dei miei, c'è ancora!!!!! Mi ricordo che con mia nonna abbiamo provato a cucinarci qualche dolcetto.... lei, cuoca dalle mani d'oro e dal palato fino, si rifiutò di usarlo ancora, visti i risultati.... e si mise di buzzo buono a insegnarmi a cucinare proprio "da grande"! ahhhahahahhahaha... Che bello ricordare queste cose... Grazie!

    RispondiElimina
  10. Vedere quel tortino mi ha fatto tornare alla mente un'infinità di ricordi, legati alla mia infanzia ed al mio dolce forno!! Grazie!!

    RispondiElimina
  11. comunque non pensavo unzionasse veramente.Io non l'go mai chiesto da piccola,ma non credo proprio che me lo avrebbero preso i miei!

    RispondiElimina
  12. Eccolo com'è in funzione! Grazie è stato un bel tuffo nel passato (anche per te)!!! Daniela

    RispondiElimina
  13. Ecco, ne ignoravo il funzionamento e con il senno di poi mi rendo conto che era un pò una baracca, come gran parte dei giochi che vengono venduti tutt'ora... in pratica puoi farci poco niente e l'interessa scema alla velocità della luce, vuoi mettere una bella big shot? Ok, sono un pò di parte :-)

    RispondiElimina
  14. Mitica, preparsi un dolcetto con il dolce forno è riprendersi un pezzo d'infanzia.

    RispondiElimina
  15. Una vera FIGATAAAAA!!!! ^_^
    Vale ;)

    RispondiElimina
  16. E io che m'illudevo che non cucinasse davvero... giusto per non sentirne troppo la mancanza... Invece (certo questa è leggermente più recente) una cosa che avevo, che amavo e che ho usato anche fino a tarda adolescenza è stata "la macchina del gelato". Un aggeggio di plasticaccia con un cestello di metallo da riempire di ghiacco che, girando (quando la manovella non si staccava dal suo alloggiamento, cioè in media ogni 5 secondi), ghiacciava il preparato finché non ne usciva semisolido da un pertugio. Mi ricordo gelati buonissimi che sapevano di fatica e lacrime XD

    RispondiElimina
  17. Che spolverata alla memoria ^_^ !

    RispondiElimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!