25 marzo 2012

Eye Spy Bag

Se fate una ricerca inserendo "eye spy bag" oppure "peek a boo bag" troverete una miriade di risultati.

Io l'ho scoperta grazie a Mamma Claudia e le Avventure del Topastro (via Voglio Una Mela Blu).

Francamente come ci sono arrivata non lo ricordo nemmeno, ho salvato tra i preferiti il link perché in quel periodo il Cippo era piccolo piccolo.

Si tratta di un gioco, o meglio di un passatempo.
Dentro ci sono una miriade di palline di plastica (di solito imbottitura per giocattoli, ho letto anche di cereali, ma mi risultava difficile lavarla) tra le quali si nascondono dei piccoli oggetti.

Lo scopo "sarebbe" quello di trovarli tutti.
Infatti "dovrebbe" esserci cucita, attaccata o inserita in una taschina, la lista degli oggetti misteriosi contenuti.

Uso il condizionale perché il mio primo tentativo di Eye Spy Bag nasce soprattuto per stimolare la manipolazione e la curiosità verso forme, colori e rumore che arriva dal sacchettino una volta agitato!

Ora mio figlio ha quasi un anno ed ho deciso di provarci.
(Soprattutto mi è tornato alla memoria il progetto quando in un negozio che vende merce da fallimenti  ho trovato una bottiglia di piccoli proiettili di plastica per le pistole giocattolo - non ho la minima idea di come funzionino - Costava 2 euro e mi sono detta.. evvai!).



Poi ho recuperato dei giochini e piccoli oggetti che avevo in giro per casa.

E' stato facile... anche se ero convinta di averli nascosti tutti, inscatolandoli e riponendoli sopra un armadio (il Cippo mette TUTTO in bocca), invece ne salta sempre fuori qualcuno che "temporaneamente" deposito dentro qualche contenitore in cucina o soggiorno.

Sono bottoni, sorpresine degli ovetti, accessori di Barbie, l'inutile braccialetto alla citronella che avevo preso contro le zanzare (soldi buttati!), un altrettanto inutile stampino per biscotti trovato dentro le merendine.


Ho conservato un bel sacchetto di plastica morbida (non sono sicura sia proprio vinile, ma ci va vicino) che conteneva una tovaglia. E recuperato dallo scatolone delle stoffe del cotone in fantasia.


Ho lavorato in fretta e non ho imbastito.
Mi sono aiutata con degli spilli sottili per fissare i due materiali e con la macchina da cucire ho unito i pezzi, avendo cura di sfilare gli spilli man mano che il piedino si avvicinava.


Ecco qua (spero si capisca dalla foto) al rovescio.

Sempre con gli spilli ho chiuso uno dei lati del cilindro che si è formato. Poi ho cucito a macchina.

Una volta al diritto, si gira verso l'interno il margine ancora aperto. Si fissa con gli spilli.

Inserite le palline ed i giochini. e cucita l'apertura, sempre a macchina, ho poi  creato un bordino di sicurezza.

La parte chiusa per ultima l'ho rifinita a mano con un piccolo punto.


La finestra è grande e non è difficile individuare i giochini... ma il Cippo è ancora piccolino e penso che per ora sia sufficiente per manipolare e per divertirsi con i colori.

Quando crescerà ne confezionerò di più grandi e complicati (piccolo oblò e molti oggetti di dimensioni ridotte) da utilizzare come passatempo.

§§§

Questo progetto partecipa alla raccolta di Mammabook
Riciclo creativo per bambini



§§§



§§§

Con questo post partecipo alla 
di Alex

7 commenti:

  1. ho visto questa idea in giro, ma mi piace molto questa tua versione! lo voglio fare anch'io! :) lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Mi fa molto piacere.

      Elimina
  2. la voglio!!! è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D
      Dai, che appena cominci a cucire farai delle meraviglie!

      Elimina
  3. Geniale!!! Credo che la farò per il mio juri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conto di farne altre in futuro.. E' divertente confezionarle (e magari metterò un tutorial con delle foto più chiare).

      Elimina
  4. Bellissima idea per i bimbi! Io non ne sapevo l'esistenza, ma è geniale! Grazie mille! Dani

    RispondiElimina

Grazie di cuore per avermi dedicato un po' del tuo tempo prezioso!
Risponderò non appena mi sarà possibile!