27 febbraio 2013

Compleanno Edoardo - Cars - Etichette per Bottigliette

7 commenti:
Eccomi con un altro di una lunga serie di post che saranno dedicati al compleanno di Edoardo.

Ve lo devo ricordare il tema?
Direi di no ^_^

Oggi ho ritagliato e attaccato le etichette "Rust-eze" alle bottigliette di acqua naturale che saranno a disposizione dei bimbi.


L'idea l'ho copiata da qui.
Ma ci ho messo anche del mio. Insomma, ho dovuto scegliere una bottiglietta con una etichetta che venisse via bene, senza lasciare tracce di colla intorno. E non è poco!



L'immagine che ho utilizzato è questa


Una sola domanda...
Ma preferite vedere i preparativi uno per volta o li pubblico tutti insieme dopo il compleanno?

Fatemelo sapere.
Alla prossima.
Ka-chow!

P.S. Mio marito aveva comprato le cartucce della stampante nuove... shhhhhhhh!

§§§

Leggi tutto...
25 febbraio 2013

Varie ed eventuali... Febbraio

13 commenti:
Il mese di Febbraio sta per finire e ancora non ho tolto le decorazioni dall'appartamento in montagna.



Chi lo sa se per ferragosto ci riuscirò? Lo scopriremo solo vivendo.

§°§


Ve lo ricordate quando dicevo di non sentire la necessità di possedere uno smatphone?

Ancora non me ne rendo conto ma di fatto sono ora smartphone dotata.

Ho capito che io e lo schermo tattile non saremo mai grandi amici, continuiamo a guardarci in cagnesco e lui tende spesso a imbrogliarmi.
Quando schiaccio una cosa se ne apre un'altra, se mi va bene. Se va male per sbaglio butto delle icone nel cestino.
Mettici pure che mia sorella mi riempie lo schermo di applicazioni "fighe" che io non sono in grado di apprezzare.
Tipo Ruzzle...
Una però mi piace un sacco. Si chiama Shazam.

§°§


Si avvicina il giorno del mio compleanno (il 17 marzo, appunto, San Patrizio) e, come promesso, mio marito ha finanziato le fustelle.
Il suo regalo.
Oh, uomo romantico che nemmeno hai incartato la ricarica sulla mia Postepay ma te la sei cavata con un:
"quanto ti serve per comprare quelle cose là?"
"che cose?"
"le fustelle"

Al che è seguito l'ordine frenetico sul sito Sizzix (mi ero salvata una lista che si chiama, guarda caso, "compleanno") e la dimostrazione che ogni tanto anche per me la fortuna esiste (oh yeah).
Nottetempo l'offerta dell'ottantacinquepercento less è svanita nel nulla.
Ma io ce l'ho fatta. Ho preso 17 fustelle!
Notare che il pacco ancora non è arrivato e ne parlo come cosa fatta.
Io mi sento già "i ditini" che prudono.

Ma si riuscirà a vivere con i fustellati mi chiedo?
Non mangiandoli, ovviamente.

E questo mi riporta al desiderio che oramai è diventato una necessità di cambiare lavoro.
Mi dicono però che non sono i tempi giusti per aprire una merceria.
Che insieme all'edicola sarebbe il negozio dei sogni.

Per quello che mi riguarda ho deciso di farmi un bel regalo per il compleanno, perché sono stata brava e me lo merito.
Sono indecisa tra una nuova macchina fotografica digitale e il sistema di depilazione a luce pulsata.
Certo che le due cose non sono interscambiabili, quindi ci devo riflettere bene, oppure arrivare alla conclusione che sono stata MOLTO brava e mi merito DUE regali.

Ma mentre per la luce pulsata ho già le idee abbastanza chiare lo stesso non si può dire per la digitale.
Ditemi donne tecnologiche, che mi consigliate?

§°§


Ogni minuto del mio tempo libero è dedicato alla confezione delle decorazioni per il Cipo Day (non vale nemmeno la pena di parlare del tema, vero?).
E in tutta onestà, anche quando il tempo è occupato ci penso.
Qualcuno mi ha chiesto cosa farò quando si sposa.
Compie due anni... ho abbastanza tempo per raccogliere delle pinnate per organizzare il matrimonio?

§°§

Credo di essere stata l'unica a dedicare zero post a San Valentino.
Quasi dimenticavo di mostrarvi i dolcini che ho fatto.
Fortuna che ho trovato un superstite dimenticato nella scatola dei biscotti. Duro come un sasso poteva essere un originale fermacarte ma ho deciso di darlo agli uccellini insieme alle croste di formaggio che conservo per loro (sembra strano vero? Eppure sono gradite).


Ho usato gli  stampi DRÖMMAR che possiedo da anni ma, chissà perché, non uso mai.
Eppure i muffin a funghetto sono graziosi. 

 

§°§

Annunciaziò Annunciaziò. Oggi ho imparato a fare i banner..
Vabbè dai. Riformulo correttamente.
Sto imparando a fare i banner grazie all'aiuto di Topogina

§°§

E per la serie "La Regina della Casa" vi presento i bulbi che avrei dovuto mettere in vaso per farci un delizioso centro tavola.
Sono ancora nella loro confezione (in pianta stabile sopra un pensile in cucina) e stanno fiorendo.
In compenso il loro profumo fa da deodorante naturale!


E ora  vi lascio (finalmente direte voi) con un atroce dilemma che mi assale.
Solo il mio cassetto porta posate è sempre pieno di bricioline?

Leggi tutto...
24 febbraio 2013

La Foto della Domenica - Febbraio/4

6 commenti:
Buona domenica a tutte!

Questo fine settimana dovevamo andare in montagna... ma le previsioni del tempo non prometevano niente di buono e quindi abbiamo cambiato idea.

Meglio!

Così ho iniziato a lavorare sulla tovaglia Cars.

Scartata l'dea della tovaglia lunga, che coprisse completamente le gambe del tavolo e pure plissè (tipo questa qua) che io adoravo.
Purtroppo la stoffa che ho preso non sarebbe bastata.

Potevo andare a cercarne dell'altra... ma quando mi ricapita una mattinata libera con il papà che distrae Edoardo.

Quindi tovaglia "normale".
Anzi "normali" visto che saranno due.

L'orlo è stato confezionato come vi ho mostrato qui, una volta imbastito...


...ho stirato per appiattire la cucitura.


Ho ripiegato e ri-stirato per aiutarmi a cucire definitivamente l'orlo (anche se con una stoffa a quadri è decisamente facile).


Ho cucito a mano con un filo di rayon bianco.


Ecco il rovescio...


...e come si presenta al diritto.


E' vero, lo potevo fare a macchina.
Visto che avevo un po' di tempo e cucire mi rilassa ho preferito così.

Pensavo di metterci un runner rosso (prova accostamento con tovaglietta natalizia).
Che ne dite?
Ovviamente sarebbe in tinta unita. Senza righette.
E, ovviamente, la tovaglia verrà stirata.


Mentre cucivo il forno cuoceva.

Ho voluto sperimentare la ricetta che ho pinnato sulla board dedicata al Compleanno.

Arriva dal famosissimo e utilissimo forum Cookaround e si intitola "Circa 100 salatini in 30 minuti".

La ricetta è spiegata perfettamente, inoltre ci sono un sacco di consigli per varianti sfiziosissime.

Ecco la mia prova.
Come inizio la proposta di base.
Pomodoro e formaggio grana (senza origano)


2 Sfoglie (pronte, of course) rettangolari.
Rotella della pizza in azione!
Ne ho tagliate 48. Magari la prossima volta le faccio più piccine.


Esperimento di incisione su alcuni dei quadrotti. Non serve a nulla. 


Spennellata di latte


Una volta aperto il forno!
Taaa taaaaa.
Si staccano da sole, se no, basta dare un aiutino con la rotella (quindi non buttatela subito a lavare!).


E ecco qua il mio "Pin al Mese" di Febbraio!
Chiara, che dici?

Gnam!

§§§

Con questa foto partecipo con tanto piacere alla raccolta di 
Foto della Domenica 




Leggi tutto...
17 febbraio 2013

La Foto della Domenica - Febbraio/3

6 commenti:
Eccoci di ritorno dal fine settimana in montagna, giusto in tempo per la Foto della Domenica che in questa occasione scandirà il momento in cui viene estratto il nome della vincitrice del giveaway con un sorteggio altamente tecnologico.

Cipo in postazione...


pronti, via!

Piccolo intoppo.

Cipo non lo sa cosa vuol dire "pesca un bigliettino"...



... e di foglietti con la sua manina ne ha presi tre!


Quindi anche le vincitrici saranno tre!

Kate (GioKa con Leo), Silvia (Mammabook) e Serena (Fairy Creativa
(mandatemi il vostro indirizzo!)

!!!

Grazie ancora a tutte.
La vostra partecipazione mi ha resa davvero felice.

^_^

Mi scuso per le foto schifide, non sono riuscita a far meglio... e credo non ci riuscirò mai.
Non so se sono io o se è la macchina. 
O probabilmente entrambe le cose.

Ma vista la mia faccia di tolla con queste foto ho pure il coraggio di partecipare a "La Foto della domenica" di Elisabetta!

Anche se sono le 20.55 (per il mio pc) io vi saluto. Credo che alle 22.00 sarò (saremo) già impigiamati e pronti per andare a letto!
Buona serata a voi donne dotate di forze sovrumane.
Un giorno me lo dovrete pur spiegare come accidenti fate!
Ah, si... voi siete giovani.
Leggi tutto...
16 febbraio 2013

Pant pant...

7 commenti:
... Ci sono eh.. ci sono.

Un po' incasinata (come sempre) e alle prese con i preparativi del secondo compleanno del Cipo.

Lo so, lo so sembra che sia troppo presto perché la festa sarà il 6 aprile (il suo compleanno è il 4, ma festeggiamo di sabato) però ridendo e scherzando febbraio è al giro di boa e mi resta solo marzo.
Considerando che devo anche rendere presentabile la casa e preparare dolcetti e salatini direi che non è poi molto il tempo.

Tema Cars, come anticipato.
Un sacco di idee in testa e nella board.

Ieri ho iniziato a ritagliare bandierine.
Oggi ho preso del tessuto per fare la "gonna" del tavolo


resta solo da scoprire come si fa la gonna del tavolo.

E' arrivato anche il materiale che ho preso dal sito "Ecco la festa".
L'ho ordinato martedì e giovedì già aprivo il pacco. Più veloci della luce!

Guardate qua se non sono una figata 'ste matitine colorate come regalino per i bimbi!
Il resto ve lo mostro un po' per volta.



Uh, non mi sono scordata del giveway
E siete già in 209 a follouare.
Fantastico!

Ecco i bigliettini


inseriti nel cappello di Paddington


Che sorveglia alle operazioni di scrutinio



Ma certo che si!

§§§

A domani con i risultati!


Leggi tutto...
10 febbraio 2013

La Foto della Domenica - Febbraio/2

5 commenti:
 Testa a testa tra Saetta e Francesco...


chi vincerà?

Se  volete provare il brivido dell'alta velocità andate su Disney Family!

Tra le proposte di questo sito ho trovato anche  un sacco di cosine che mi saranno utili per la festa di compleanno del Cipo (che sarà in aprile, ma è meglio prendersi per tempo).

Nemmeno vale la pena di dirlo che il tema della festa è Cars. Vero?

(e mio marito si chiede come mai le cartucce della stampante son sempre vuote)

§§§

Con questa foto partecipo con tanto piacere alla raccolta di 
Foto della Domenica 
Leggi tutto...
7 febbraio 2013

Gli Orli

2 commenti:
Dite la verità!
Pensavate che avessi dimenticato la "rubrica"...???

Noooo!

Eccoci qua con gli orli.

§§§

Esistono numerosi metodi per orlare i capi di biancheria e di vestiario, a seconda della stoffa con la quale sono confezionati e dell'uso a cui sono destinati.
Possiamo riunire i vari orli in tre grandi gruppi: quelli a macchina, quelli a mano, quelli ricamati.
Vedremo ora come si eseguono alcuni degli orli più semplici, che vengono di solito impiegati nella confezione degli indumenti e dei vari capi di biancheria di uso corrente.

Orlo a macchina

L'orlo cucito a macchina è, tra tutti, il più semplice e sbrigativo. Per eseguirlo, si piega una prima volta il tessuto a un'altezza di circa 3 millimetri, poi si fa una seconda piegatura, che avrà l'altezza dell'orlo desiderato: lo si ferma con un'imbastitura e infine lo si cuce a macchina. L'altezza dell'orlo varia a seconda del tessuto che si ha a disposizione e dell'effetto che si vuole ottenere.
In genere si rifiniscono con l'orlo a macchina i lenzuoli di uso corrente, gli strofinacci, i grembiuli e ogni altro capo senza pretese di eleganza che non si deve sfilacciare e deve risultare molto resistente.

Orli semplici a mano

TESSUTO LEGGERO - L'orlo a mano più semplice si esegue piegando e imbastendo il tessuto come se lo si dovesse cucire a macchina, con la differenza che viene cucito a punto nascosto. Esso è adatto soltanto a tessuti leggeri. In caso di tessuti pesanti, ci si regola in maniera diversa a seconda del tipo di tessuto.



TESSUTO PESANTE - Nel caso di tessuti pesanti, il cui orlo non può essere ripiegato due volte perché risulterebbe troppo spesso, prima di fermare l'orlo si deve rifinire il tessuto in modo che non si sfilacci, procedendo in modo diverso, a seconda del tipo di stoffa.
Se la stoffa ha una trama fitta, può essere rifinita con un sopraggitto a punti regolari; terminata questa rifinitura, si ripiega il tessuto in modo da ottenere l'orlo all'altezza desiderata, si imbastisce, poi si ferma a mano con un punto nascosto.


Nel caso si dovesse lavorare invece un tessuto pesante ma a trama larga, è meglio procedere nel modo seguente: sul diritto dell'indumento a pochi millimetri dal bordo, si cuce a macchina una treccia o un passafilo di seta o di cotone, badando a non tenderlo troppo per non arricciare la stoffa. Si rivolta poi il tessuto all'altezza desiderata, lo si imbastisce e lo si cuce a punto nascosto o a punto strega. Questi orli vengono di solito usati per rifinire capi di biancheria e anche abiti, se vengono foderati.




L'ORLO CON SBIECO RIPORTATO - Nel caso di abiti sfoderati è consigliabile ricorrere a una striscia di fodera dell'altezza di un paio di centimetri, tagliata in sbieco. Si cuce a mano o a macchina un lato della striscia sul diritto dell'indumento a qualche millimetro dal bordo, poi la si rivolta verso il rovescio imbastendola perché stia ben a posto, si ripiega il tessuto formando l'orlo dell'altezza desiderata, lo si imbastisce e lo si cuce come un orlo normale, a punto nascosto.
In questo modo il rovescio del vostro indumento assumerà un aspetto perfettamente ordinato.



Tratto da:
Enciclopedia della donna
1963 - Fratelli Fabbri Editori - Milano
Volume I - Pagina138

***

E, se ce ne fosse il bisogno, questa è la riprova che ancora non sono riuscita a combinare molto (a parte i post in bozza che non vi posso ancora mostrare perché i regali non sono stati consegnati).

Al lavoro questo è un periodo particolarmente impegnativo.
Purtroppo tutta una serie di problematiche (legate a norme scritte con i piedi)  mi tengono occupato il cervello anche quando esco dall'uffiio e non riesco a dedicarmi alle attività "creative" come vorrei.

Senza contare che la casa reclama e ora che ci sono devo dedicarmi alle pulizie.. e non dimentichiamoci della stanza del Craft, ovvio.

Anzi. Mi sta aspettando proprio adesso. Non prima di una bella tazza di caffè.
Che mi devo tirare un pochetto su!

Ah.. ricordatevi del Giveaway!

Leggi tutto...
3 febbraio 2013

La Foto della Domenica - Febbraio/1

8 commenti:

Il 12 giugno del 2009 sono diventata un'utente di aNobii.

Cosa è aNobii?

Leggetelo qui che è spiegato alla grande.

Questo il post che scrissi nel blog "La Donna della Domenica" quel giorno.

§§§

Oggi ho preso un giorno di vacanza... per sistemare casa.

Sì, lo so, sembra ridicolo, ma è proprio così.
Io riesco a combinare qualche cosa solo se ho la certezza di avere tutta una giornata davanti, altrimenti lascio sempre tutto piantato là da una settimana all'altra (se non ci credete vi posso mandare delle documentazioni fotografiche a testimonianza dell'avvenimento).

Il programma della mattinata era quello di mettere a posto gli armadi.

Ecco, sistemare la mia roba non solo è fattibile ma anche divertente quando sono in quella fase di beatitudine per cui mi esalto a provare tutto e creare nuove combinazioni con il mio "guardaroba".

L'operazione consiste in me stessa che si infila in sequenza un tot di paia di pantaloni (non uno sopra l'altro, ovvio) e poi passa, per ogni paio, una buona decina di minuti davanti allo specchio grande per valutarne pregi e difetti (capito perché mi serve una giornata, vero?)

Una volta fatti i mucchietti dei "si", "no" e "forse" (che comunque non sono mai definitivi) si passa ad abbinare il pezzo da mettere sopra i pantaloni e le scarpe o i sandali.

L'abbinamento della scarpa con tacco prevede che non sia necessario accorciare i pantaloni, quindi è il preferito. Genera l'inconveniente che non ci si potrà portare una scarpa bassa, altrimenti piegato il fondo, si vedrebbe poi il segno una volta ributtato giù.

Nei forse vanno anche i pantaloni a occhio "strettini" che nemmeno provo (non è proprio il momento di affossare l'autostima cercando di strizzarsi dentro jeans che non ne vogliono sapere di cedere, rischiando pure di rompere le cerniere, cosa che peraltro in passato ho già fatto).
Ah, per la cronaca, distendersi sul letto per abbottonarli NON è una buona idea se si deve passare fuori tutta la giornata, compreso il pranzo. A parte il fantastico effetto che crea su fianchi ed addome anche un bicchiere di acqua in più, ricordatevi che prima o dopo dovrete andare per forza in bagno, salvo che non lavoriate in un posto molto chic, dubito che troverete di nuovo lo spazio per distendervi, ed anche se fosse, io non lo farei nel bagno del posto dove lavoro.


Ho messo via della roba... compreso il cappottino invernale che avevo ritirato dalla lavanderia un due mesi fa (non si sa mai, che magari tornava freddo!); ho riposto diligentemente le borse nei loro sacchi, dopo averle riempite di carta.. ma ho ritenuto ESSENZIALE archiviare i libri che ho in casa!

Non cercate nemmeno di capire il passaggio tra una cosa e l'altra perché non esiste.
Sta di fatto che è tutto il pomeriggio che mi faccio le scale su e giù con mucchietti di libri tra le braccia.

 

Caricando on-line i miei libri ovvio che mi metto a leggere i giudizi dati da altri, per vedere se la pensano come me.
Poi è altrettanto ovvio che mi metto a sbirciare nelle librerie degli altri.
Eppoi, visto che alcuni non erano caricati, mi sono messa a fotografare le copertine per dare il mio "contributo a rendere aNobii un posto migliore per molte altre persone".
Potevo forse esimermi??

Quindi anche oggi ho, secondo mio marito, sprecato una giornata.

Secondo me ho invece dato un importante apporto all'umanità ed ho scoperto che "Il mistero del treno azzurro", che pensavo di non avere, perché la prima volta che lo lessi lo presi in prestito dalla biblioteca, lo avevo poi comprato.. e questa sera me lo posso rileggere!


§§§

Oggi, a distanza di tre anni e mezzo, nel momento in cui ho bisogno di spazio per la mia futura stanza del "craft", ho deciso di iniziare a inscatolare un bel po' dei miei libri per spostarli in magazzino.

E come accidenti faccio poi a ricordare cosa c'è dentro nelle scatole?
Basta fare un elenco direte voi.

E se poi lo perdo?


 photo 9eaf74cf-8139-44a1-a387-b6ccb21be666_zpscf5964fb.jpg

E allora ecco la semplice funzione "etichette" di Anobii!.
Evviva!!

 photo 594072a6-3d25-4985-93d6-e4b145893040_zpse8cf5a8b.jpg

E con grandissima soddisfazione ho appena mostrato a mio marito  i libri che ho "etichettato" fino a ora ... e lui ha dovuto ammettere, suo malgrado,  che non è stata poi perduta quella giornata del 12 giugno 2009!

E visto che si parla di libri voglio dirti Sandra che sono proprio felice di leggerti ancora.
Nel nuovo blog.
A casa tua!

P.S. Per chi passa di qua ora e non l'ha notato... c'è un piccolissimo giveaway in corso.

§§§ 

Con questa foto partecipo con tanto piacere alla raccolta di 
Foto della Domenica 



Leggi tutto...