31 marzo 2012

Segnaposto Primaverili

8 commenti:
Mi serviva una idea per decorare un pochino la tavola..

Questi segnaposto sono velocissimi da confezionare utilizzando materiale "povero".

L'occorrente:

I vasetti degli omogeneizzati (sempre loro!)
Carta velina colorata.
Tulle.
Rafia colorata.
(io in casa avevo tutto in azzurro, rimasugli dalla nascita del Cipo).


Ho preso delle violette e delle margherite in cortile e le ho trapiantate nei vasetti che ho riempito di terra.


Ecco le piantine una volta confezionate con carta, tulle e rafia.


(Siccome non c'è il foro sotto, è meglio rimetterle in terra successivamente)


§§§

Con questo post partecipo al decimo Linky Party di Topogina!

°§°

Leggi tutto...
30 marzo 2012

Cestini di cartoncino

28 commenti:
Sempre alle prese con i preparativi per la festa del Cipo.

In ogni caso tornano buoni anche per il giorno di Pasqua e, sempre se riesco a non romperli, anche per l'anno prossimo.

Dico subito che avrei voluto farne di più... ma mio marito non ha gradito molto la mia fase creativa, visto che non avendo una "stanza tutta per me" lavoro in cucina.

In pratica, ci metto più tempo a correre su e giù come una forsennata per cercare il materiale, rispetto a quello che in effetti richiederebbe la realizzazione.

Pazienza.

Tra i link che mi sono salvata c'è quello al blog "A Creative Cookie" dove ho trovato questi bellissimi (a parer mio) cestini di carta.

Il blog vi mostra il tutorial ed è semplicissimo realizzarli,  se ci sono riuscita io...

Ecco il materiale necessario (la scatola di perline mi serviva solo per fare dei cerchi!).


Ho utilizzato un quadrato di cartoncino (sempre quello del LIDL che mi è servito per le casette) che misura 24x24 cm.

Ho diviso il quadrato in tre sezioni da 8 centimetri ciascuna e poi quelle laterali ancora in tre parti (2,5+2,5+3 cm).

Ho segnato con una penna le righe che vanno poi tagliate.

La sezione centrale, una volta divisa a metà, forma una sorta di "emme".


Si ritagliano tutte le sezioni....


... nei vari cartoncini 
(una volta fatto uno lo  ho appoggiato sugli altri per non dover ogni volta prendere le misure).


Si uniscono le fascette laterali, raccogliendole tutte insieme verso il centro e poi si solleva la punta che viene ripiegata verso l'interno del cestino.


Manca il passaggio, ma è semplice. Aiutandomi con il coperchio della scatola di perline ho ritagliato un cerchio che ho applicato a cavallo della giuntura per coprire i punti metallici.


Poi ho ritagliato in tondo il manico e l'ho incollato sul cestino
 (in senso opposto rispetto a quello mostrato nel tutorial, ma io lo preferivo così).


Per finire ho applicato una coccinella di legno come piccola decorazione.


Eccone uno con i cioccolatini a forma di cuore.
(inizialmente ero partita con l'idea di fare i manici in tinta, ma alla fine ho preferito il contrasto)


Due con gli ovetti.


E l'ultimo con i cioccolatini a forma di campanelle, coccinelle e paperottole 
(queste ultime sono dentro il cestino. Fidatevi sulla parola).


§§§

Con questo post partecipo al Linky Party #15 di Topogina

§§§

Con questo post partecipo al Linky Party di Topogina


§§§ 

Con questo post partecipo a "Easter Inspirations Linky Party" by My Little Inspirations 

My Little Inspirations

e anche a


Leggi tutto...
25 marzo 2012

Eye Spy Bag

7 commenti:
Se fate una ricerca inserendo "eye spy bag" oppure "peek a boo bag" troverete una miriade di risultati.

Io l'ho scoperta grazie a Mamma Claudia e le Avventure del Topastro (via Voglio Una Mela Blu).

Francamente come ci sono arrivata non lo ricordo nemmeno, ho salvato tra i preferiti il link perché in quel periodo il Cippo era piccolo piccolo.

Si tratta di un gioco, o meglio di un passatempo.
Dentro ci sono una miriade di palline di plastica (di solito imbottitura per giocattoli, ho letto anche di cereali, ma mi risultava difficile lavarla) tra le quali si nascondono dei piccoli oggetti.

Lo scopo "sarebbe" quello di trovarli tutti.
Infatti "dovrebbe" esserci cucita, attaccata o inserita in una taschina, la lista degli oggetti misteriosi contenuti.

Uso il condizionale perché il mio primo tentativo di Eye Spy Bag nasce soprattuto per stimolare la manipolazione e la curiosità verso forme, colori e rumore che arriva dal sacchettino una volta agitato!

Ora mio figlio ha quasi un anno ed ho deciso di provarci.
(Soprattutto mi è tornato alla memoria il progetto quando in un negozio che vende merce da fallimenti  ho trovato una bottiglia di piccoli proiettili di plastica per le pistole giocattolo - non ho la minima idea di come funzionino - Costava 2 euro e mi sono detta.. evvai!).



Poi ho recuperato dei giochini e piccoli oggetti che avevo in giro per casa.

E' stato facile... anche se ero convinta di averli nascosti tutti, inscatolandoli e riponendoli sopra un armadio (il Cippo mette TUTTO in bocca), invece ne salta sempre fuori qualcuno che "temporaneamente" deposito dentro qualche contenitore in cucina o soggiorno.

Sono bottoni, sorpresine degli ovetti, accessori di Barbie, l'inutile braccialetto alla citronella che avevo preso contro le zanzare (soldi buttati!), un altrettanto inutile stampino per biscotti trovato dentro le merendine.


Ho conservato un bel sacchetto di plastica morbida (non sono sicura sia proprio vinile, ma ci va vicino) che conteneva una tovaglia. E recuperato dallo scatolone delle stoffe del cotone in fantasia.


Ho lavorato in fretta e non ho imbastito.
Mi sono aiutata con degli spilli sottili per fissare i due materiali e con la macchina da cucire ho unito i pezzi, avendo cura di sfilare gli spilli man mano che il piedino si avvicinava.


Ecco qua (spero si capisca dalla foto) al rovescio.

Sempre con gli spilli ho chiuso uno dei lati del cilindro che si è formato. Poi ho cucito a macchina.

Una volta al diritto, si gira verso l'interno il margine ancora aperto. Si fissa con gli spilli.

Inserite le palline ed i giochini. e cucita l'apertura, sempre a macchina, ho poi  creato un bordino di sicurezza.

La parte chiusa per ultima l'ho rifinita a mano con un piccolo punto.


La finestra è grande e non è difficile individuare i giochini... ma il Cippo è ancora piccolino e penso che per ora sia sufficiente per manipolare e per divertirsi con i colori.

Quando crescerà ne confezionerò di più grandi e complicati (piccolo oblò e molti oggetti di dimensioni ridotte) da utilizzare come passatempo.

§§§

Questo progetto partecipa alla raccolta di Mammabook
Riciclo creativo per bambini



§§§



§§§

Con questo post partecipo alla 
di Alex
Leggi tutto...
23 marzo 2012

Casette per uccellini (solo decorative)

18 commenti:
Per il compleanno del Cipo mi piaceva l'idea di appendere al salice che c'è in giardino delle finte casette per uccellini come decorazione.

Le ho viste al vivaio e siamo sull'ordine dei 3 euro e mezzo ciascuna...
Mi pareva un pochetto eccessivo. Considerando che con una non ci facevo nulla e me ne servivano almeno una decina!

Ho pensato di farmele da sola, utilizzando un template che ho trovato qui (quella rappresentata nel sito è moooolto raffinata.. le mie decisamente no!)
Ce ne sono parecchi in rete, ma queste mi hanno particolarmente colpito per la forma tondeggiante ^_^


Ho stampato il template su carta bianca e, come primo tentativo, ho provato a riportarlo sul cartoncino Bristol. Ma è troppo sottile e rimane "floscio".

Poi mi sono ricordata che l'estate passata al Lidl ho fatto scorta di blocchi di fogli colorati in cartoncino.

Sono  composti da 25 fogli tutti colorati diversamente, con una grammatura di 270, che misurano 24x34, quindi belli grandi e robusti. Se vi capita di trovarli ve li consiglio vivamente.

Una volta ritagliato lo stampo dal cartoncino (*) ho ripassato le pieghe con un coltello (senza seghetto) aiutandomi con un righello, premendo quel tanto che basta per creare una piccola incisione che aiuta a piegare bene il cartoncino.
Poi ho assemblato la casetta.
La parte tondeggiante all'interno (quella dentellata) l'ho attaccata alle pareti esterne con il biadesivo.

Il tetto è stato più problematico.
E' realizzato con del cartoncino (sempre quello dei fascicoli da edicola.. ne ho proprio tanti!) che ho tagliato nella misura di 16x8, ma con il biadesivo non stava attaccato bene.

Quindi ho utilizzato la colla a caldo.


Non è un lavoretto "di fino" sia chiaro, tanto più che la colla in alcuni punti si vede.
Ma avevo poco tempo ed ho pensato che appese in alto non si noteranno poi tanto i difetti (diciamo che sono fiduciosa!).

Con le punte di una forbicina da ricamo ho bucato il tetto e ci ho fatto passare dall'interno un cordino blu di lamè.

Ho fissato una perla annodandola e ci ho messo una puntina di colla a caldo (facendo attenzione a non "sbrodolare" sulla casetta).  Ho poi tirato il filo accompagnandola fino ad attaccarsi sul culmine interno del piccolo tetto.


Per renderle più "simpatiche" (ma sarà vero?) ho realizzato dei piccoli steccati in cartoncino ed utilizzato tutti gli avanzi di bomboniere che avevo in casa.

(*) non riporto il template ogni volta sul cartoncino.
Lo appoggio sopra, lo fisso con una graffetta per lato e ritaglio.
Ne faccio due alla volta. Tre sono troppi e la forbice non ce la fa!

§§§

Con questo post partecipo al Linky Party #15 di Topogina
Leggi tutto...
18 marzo 2012

Gufetti morbidi morbidi

32 commenti:
A febbraio ho trovato in edicola "Cucito Creativo Facile".

E' una rivista molto ben fatta, secondo me. Oltre ad una serie di idee simpatiche ed originali, ci sono i cartamodelli dei progetti, così da renderli facilmente realizzabili da tutti.

Pensavo di fare l'abbonamento ma per ora però mantengo il gusto di andare i primi giorni del mese a spulciare tra gli scaffali (infatti ho preso anche il numero di marzo).

Comunque. Tra i progetti di febbraio mi ha colpito questo già dalla copertina.


Sono dei cuscini gufetto.

In realtà il progetto trattava di un cuscino ed un fermaporta, ma io ho preferito il cucino (forse perchè in casa con un bimbo di quasi un anno non ho porte da tenere aperte, anzi è meglio chiuderle!).

Dopo aver fatto quello lilla di prova ci ho preso gusto ed ho pensato di confezionarne altri due per il compleanno di mia cugina.

La realizzazione è proprio facile,  ma ho voluto farne un tutorial con le spiegazioni.

E' fattibile anche senza cartamodello, perchè la sagoma del gufo è semplice da disegnare.

§§§

Una volta fatta su carta si porta sul tessuto (Panno Lenci) doppio.
(ho messo sopra la rivista per dare un'idea di quelle che sono le dimensioni del cartamodello. 
Ho lasciato un centimetro abbondante per il margine di cucitura).


Si cuce a macchina tutto intorno e si pratica un taglio sul "pancino" per poterlo girare al diritto.


E' meglio fare anche dei taglietti (facendo attenzione al filo del bordo) per far si che nei punti più stretti il tessuto non risulti teso.


Ecco fatto!


Ora il nostro cuscino va imbottito.


Si chiude con punto festone.


Ecco lo stampo del fiore da riportare tre volte (o quante volete) su pannolenci di colori diversi.


Fiori e foglie...

  Si fermano con degli spilli sul "pancino" in modo da coprire la cucitura.
(nella rivista consigliavano di fissarli con pochi punti o con la colla a caldo.. io preferisco usare il punto festone perchè mi sembra che il lavoro venga più accurato).


Ecco lo stampo delle ali.
Nel progetto originario sono in feltro, fissate con un bottone.
Io le ho realizzate in pannolenci, cucite sempre con il punto festone.

Con un ritaglio ho preparato il becco.


Gli stampi per gli occhi, quattro cerchi di diverse dimensioni.
(Ho usato gli stessi colori dei fiori, il cerchio centrale più piccolo invece è marrone).


Ed eccoci pronti a cucire anche gli occhi (che nel progetto originario sono fissati con la colla a caldo).


Ed il primo gufetto è pronto...
Ho applicato anche dei cuoricini sulle ali (sia davanti che dietro) per rendere più completo il lavoro.
Non mi piaceva vedere l'inizio della cucitura.


Ed ecco il secondo.
In questo caso ho utilizzato il filo di cotone in tinta con il tessuto per fisssare gli occhi.


E per finire il terzo!
Ogni fiore ha al centro un bottone.



PS: quasi dimenticavo...
Per chi volesse utilizzare i gufi in pannolenci per farne il fermaporta, basta mettere sul fondo della sabbia e poi riempire con l'imbottitura.
La rivista non speficica ne' il tipo ne' le modalità con cui va inserita. Io penso che dovrebbe andare messa dentro un un sacchetto di nylon. Ma non ne sono così sicura.

PPS: L'autrice del progetto è Alessandra Bertini.
Che ringrazio!

§§§

Con questo post partecipo al Linky Party # 23 di Topogina


§§§

Con questo post partecipo alla 
di Alex
Leggi tutto...